Perché alcune monete hanno un buco? Ecco la verità

Tutte le persone che sono appassionate di numismatica ricercano sempre dei pezzi particolari. Ma quando non si hanno informazioni in merito come si può fare? Alcune monete infatti hanno un buco e non si sa il motivo oppure quale possa essere il loro valore.

Quali sono le monete con il buco?

Le monete con il buco per gli esperti di collezionismo sono quelle cinesi. Sono praticamente sconosciute alla maggior parte delle persone e sono anche molto difficili da decifrare: lingua impresse su tutte queste monete è differente dall’italiano o da una lingua europea conosciuta.

Ci sono alcune monete cinesi che risultano essere riconoscibili grazie a dei dettagli che devono essere ben studiati nei minimi particolare, conferendo loro un valore particolare e identificandole come monete da collezione.

È risaputo che il mondo delle monete sia molto affascinante e che proprio per questo motivo fanno in modo di far conoscere dei dettagli delle popolazioni che in altro modo non verrebbero conosciuti. Ci sono infatti delle monete cinesi che hanno un buco e ci sono molti misteri intorno ad esse.

Facciamo chiarezza: questa particolarità veniva fatta appositamente per legare tutte le monete insieme. Una invenzione che è stata fatta direttamente dai commercianti al fine di custodire le monete in maniera sicura, per affrontare dei lunghi viaggi.

Come è fatta questa moneta bucata?

Ma identificare la moneta come è possibile? La moneta cinese non è facile da analizzare e ci vorrebbe un esperto del settore al fine di confermare che si tratti di una moneta bucata antica e non una contraffatta. Prima di tutto è il caso di analizzare la sua forma e tutte le scritte che sono presenti sulla stessa, magari con l’aiuto della lente di ingrandimento.

Nel XII secolo i cinesi non utilizzavano delle monete vere e proprie ma dei piccoli utensili di uso quotidiano. Alcuni manufatti infatti avevano una forma tonda oppure squadrata mentre altri erano coltelli – zappe o ancora collane. È bene evidenziare che non venivano chiamate monete bensì tramite una parola composta associata ad un oggetto che rappresentavano. Cosa vuol dire? Moneta collana – moneta zappa – moneta coltello con vari valori particolari e specifici.

Le monete di questo tipo sono state utilizzate sino al 212 a.C. sotto il dominio dell’Imperatore Qin Shi Huangdi che ha deciso di eliminare questi manufatti e introdurre quelle classiche a forma tonda.

Cash erano le monete cinesi che hanno capeggiato per lungo tempo e avevano un foro nel mezzo. Una moneta Cash non si identifica facilmente e i bordi andranno analizzati con una lente di ingrandimento.

In uno dei lati è presente l’ideogramma che permette di comprendere quale fosse il Regno di appartenenza. Si riferivano infatti all’Imperatore che governava la Cina in quel periodo storico e quindi si fa una correlazione di quella che è l’età della moneta.

Da un lato si possono quindi notare tutti gli ideogrammi del Regno Imperiale e dall’altro non si hanno molti segni da scoprire. Infatti nella maggior parte dei casi il lato è liscio mentre altre volte si potranno trovare la luna – le stelle o dei pianeti. Dal 1600 c’è una evoluzione sulla moneta cinese con il buco con sempre più incisioni e riferimenti all’imperatore in essere in quel determinato periodo di tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *