Festa della mamma 2021 – Perché si festeggia? Frasi da dedicare

Ogni seconda domenica del mese di Maggio, si festeggia la festa della mamma. Quest’anno si festeggia domenica 9 maggio 2021. Come ogni anno, questo giorno, offre l’occasione per omaggiare la nostra mamma con un pensiero speciale.

Perchè si festeggia la festa della mamma?

La ricorrenza come la conosciamo oggi nasce di fatto negli Stati Uniti all’inizio del secolo scorso, sulla spinta dei movimenti femministi. In Italia ha invece una storia più recente, che mischia motivi commerciali e religiosi.

La festa della mamma in Italia

In Italia, tutto nacque a partire dagli anni Cinquanta. Tutto partì grazie alla spinta, nel 1956, di Raul Zaccari e un anno dopo da Don Otello Migliosi. Raul Zaccari, sindaco di Bordighera ( in Liguria ) e senatore, decise di proclamare la festa della mamma per motivi puramente commerciali. Lo fece grazie alla collaborazione con dei fiorai della sua regione.

Discorso diverso per quanto riguarda la motivazione di Don Otello Migliosi sacerdote di Assisi. Quest’ultimo, nel 1957, sponsorizzo la festa della mamma per motivi strettamente religiosi.

Ci furono molti dibattiti parlamentari ma nel 1959, la festa della mamma venne fissata per la seconda domenica di Maggio dopo che inizialmente si festeggiava ogni 8 Maggio.

Alcune frasi da dedicare per la festa della mamma

Noi non veniamo dalle stelle o dai fiori, ma dal latte materno. Siamo sopravvissuti per l’umana compassione e per le cure di nostra madre. Questa è la nostra principale natura.
Shakespeare

La felicità di una madre è come un faro che illumina il futuro, ma si riflette anche sul passato e lo avvolge nella dolcezza dei ricordi.
Honorè de Balzac

Tutti i bisogni del bambino vengono proiettati sulla mamma. Lei, e solo lei, sviluppa una particolare sensibilità che le permette di sentire anche il piccolo sussulto quando tutti dormono. E’ lei che, più di chiunque, “sente” il respiro del bambino e ne percepisce ogni necessità.
Tommaso Montini, “Me lo dici in bambinese?”

Non una sola madre dirà di sé stessa che ama il suo bambino.
Perché il suo è più che amore. Lei “è” il suo bambino.
Marina Cvetaeva, “Indizi terrestri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *