Incredibile, ecco quanto valgono le 500 Lire di Dante Alighieri

Impossibile dimenticare la lira, la valuta che ha accompagnato le spese degli italiani per una vita. L’avvento dell’euro infatti, la moneta unica europea adottata in via definitiva nel gennaio 2002, non fu accolto bene da tutti, che ancora oggi rimpiangono la vecchia valuta.

Molti di noi ricordano soprattutto con affetto le monete da 500 lire. Le ultime in circolazione prima dell’avvento dell’euro erano piccole, rotonde e bimetalliche ossia realizzate con due metalli. Quelle monete sono state utili al supermercato, dal giornalaio, per comprare un biglietto del bus. Non tutti sanno che la moneta da 500 lire bimetallica che ricordiamo fu adottata solo nel 1982. Prima di quella data, le monete da 500 lire erano di carta o in argento. Queste ultime ora citate, hanno preso valore nel tempo a causa di un evento speciale che ha portato alla loro coniazione, come le 500 lire Dante Alighieri. Incredibile, ecco quanto valgono oggi queste monetine.

Le 500 lire Dante Alighieri

Le 500 lire Dante Alighieri sono monete d’argento coniate nel 1965 in occasione dei festeggiamenti del settimo Centenario della nascita del grande poeta italiano. Le 500 lire Dante Alighieri presentano un diametro di 29 millimetri e hanno un peso di 11 grammi. Il loro titolo è di 835/1000. La moneta fu emessa in circolazione dalla Zecca di Stato insieme ad altre monete da 500 lire chiamate Caravelle, che avevano raffigurate delle barche con vele spiegate al vento.

Le 500 lire Dante hanno su una faccia il ritratto del poeta circondato dalla scritta “Repubblica Italiana”. Sotto l’effige sono riportate le firme del modellista Verginelli e dell’incisore Monassi. L’altra faccia della moneta presenta un’allegoria della Divina Commedia con raggi solari e stelle a simbolo del Paradiso, nubi per il Purgatorio, fiamme per l’Inferno. Alla destra delle 500 lire è inciso il simbolo R della Zecca di Roma, il valore nominale L.500 e, più in basso, l’anno di conio 1965. A contorno del conio vi è la scritta che indica il 7° centenario della nascita di Dante Alighieri.

L’esemplare speciale

La 500 lire Dante Alighieri è stata coniata in un numero di 5.000.000 esemplari. Il suo valore oggi varia dai 3 ai 10 euro ad eccezione dell’esemplare di prova, emesso in tiratura limitata e donato al tempo ai dipendenti della Zecca di Stato. Questa particolare 500 lire Dante ha incisa la scritta Prova e vale oggi 5.000 euro. E’ proprio questa dunque quella tra le 500 lire Dante che ha un valore incredibile e ben diverso dalle monete dello stesso tipo, ed è senza dubbio quella maggiormente ricercata dai collezionisti. Chi possiede questa moneta unica può quindi guadagnare molto.

Diverse volte infatti nei nostri articoli abbiamo parlato dei parametri che fanno lievitare i prezzi delle vecchie monete, che conferiscono loro unicità e rarità, e la 500 lire Dante di prova è una di queste. Non è impossibile trovarla, non tutte le monete di prova delle 500 lire dedicate a Dante Alighieri sono oggi fra le mani dei collezionisti. Ce ne sono molte che potrebbero ancora essere conservate al fondo di qualche vecchio cassetto, senza che il proprietario sia a conoscenza del loro valore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *