Shiba Inu, ecco perchè può superare Dogecoin

Shiba Inu è, almeno in apparenza, una delle tante criptovalute che negli ultimi mesi stanno nascendo o comunque stanno andando incontro ad un netto incremento di valore, nell’ottica di andare a colmare il “vuoto” lasciato parzialmente dalle criptovalute “classiche”. In realtà diversi esperti prospettano un futuro roseo per questo token che ha meno un anno di vita.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

Shiba Inu, cos’è?

Per molti è già “l’anti Dogecoin“, e non solo per l’assonanza le simbologie (Dogecoin prende il proprio nome dal famoso meme, Shiba Inu non è altro il nome completo dell’omologa razza di cani giapponese), visto che è stato di fatto “modellato” proprio su Dogecoin. Basato sulla blockchain di Ethereum, ha visto la luce nell’agosto 2020 ed esattamente come Dogecoin si definisce una sorta di cripto nata “per scherzo”, anche se il grande incremento di valore che l’ha vista protagonista nelle ultime settimane l’ha resa decisamente di tendenza: da un valore di 0,00010 dollari di meno di un mese fa, nel mese di maggio ha visto il proprio valore incrementare di oltre il 2000%.

Perchè può “esplodere”

Si tratta sempre di valori molto bassi ma la grande crescita non è casuale e può proseguire a ritmo sostenuto principalmente per due fattori: il token è infatti stato “accettato” dal portale di trading Capital.com, oltre ad aver raggiunto la popolarità su piattaforme altrettanto famose come Binance, Huobi e FTX. Inoltre la natura stessa del token, che si è prefissata gli obiettivi di diventare una seria alternativa migliorata di Dogecoin la rende molto interessante.