Addio ai Bancomat ed ai contanti: i possibili scenari sono incredibili

Prelevare al bancomat è un’azione quotidiana comune. Ma sappiamo bene che da tempo i Governi di molti Paesi hanno instaurato una vera e propria guerra al contante nel rispetto delle normative antiriciclaggio contro la circolazione del denaro sporco. Allo stesso modo, e soprattutto dopo la pandemia da Covid-19, si sta cercando di incentivare sempre di più l’online e l’espletare qualsiasi pratica o acquisto per via telematica. Per questi motivi nel mondo sta accadendo qualcosa di importante e da non sottovalutare. Addio ai bancomat e ai contanti: i possibili scenari sono incredibili.


Entra gratis nel nostro Canale Telegram

ING

ING è il primo gruppo bancario a imporre lo stop ai contanti. A breve infatti chiuderanno tutti gli ATM del gruppo. Si tratta della prima banca che ha preso questa decisione in Italia. Lo scopo è quello di incentivare le modalità di interazione online per la gestione autonoma del proprio denaro. I possibili scenari del seguito di questa decisione sono incredibili. Si pensa che ING possa fare da apripista per altre banche sulla stessa scia. Vedremo un giorno sparire il contante? Intanto cerchiamo di capire le decisioni di ING.

Le decisioni di ING

ING ha deciso di riorganizzare le proprie filiali e il 30 giugno 2021 sarà l’ultimo giorno possibile per prelevare dai bancomat del gruppo bancario. Dal 1° luglio 2021 alle filiali ING si potrà accedere esclusivamente prenotando un appuntamento. Le solite attività si potranno espletare tramite internet, app, servizio clienti o chat. ING terrà aperte solo alcune filiali e chiuderà definitivamente quelle di Catania, Bergamo, Verona, Monza, Trieste, Mestre, Vicenza, Genova, Firenze, Cagliari. Sempre dal 1° luglio 2021 verranno dismessi tutti gli ATM bancomat e le casse automatiche ING. Non si potrà più quindi prelevare contante e neanche versare in automatico contanti o assegni.

Le conseguenze

La decisione di ING ha destato certamente stupore in Italia e anche non poca preoccupazione da parte dei clienti, soprattutto la popolazione anziana non certamente abile a districarsi con gli strumenti informatici per cui assente di tutte le conoscenze necessarie all’espletazione di varie pratiche connesse all’home banking. Per rincuorare chi ha un conto ING ed è angosciato dal fatto di non poter più prelevare del denaro contante da avere a disposizione per qualsiasi evenienza, possiamo dire che sarà comunque sempre possibile utilizzare la propria carta di credito o debito ING per prelevare dei soldi presso altri ATM appartenenti ad altri gruppi bancari. Certamente si potrà sottostare a costi di prelievo imposti da altri istituti di credito. Per quanto riguarda il versamento degli assegni questi si potranno inviare per posta a ING.

Conto Arancio

Le novità di ING riguardo anche uno dei loro prodotti più famosi, il Conto Arancio, la cui pubblicità e le cui caratteristiche vantaggiose conosciamo tutti da tempo. Anche il prodotto Conto Arancio subirà dei cambiamenti. Sarà infatti imposto lo stop al servizio di alimentazione del conto. Nello specifico il 30 giugno 2021 verrà completamente dismesso. Dal 1 luglio 2021, se si vogliono mettere soldi su Conto Arancio, non lo si potrà fare con il servizio di alimentazione ma si dovranno effettuare solo bonifici e giroconti.