Attenzione a mangiare Nutella ogni giorno: ecco cosa può accadere, pazzesco

Il vasetto di Nutella che avete comprato ieri è finito. È inutile: provi a mangiarne solo un cucchiaino, ma è impossibile fermarti! Quello che sto per dirti non cambierà le cose, ma sappi che se non riesci a resistere a finire un vasetto di Nutella, non è tutta colpa tua!

Uno studio condotto nel 2018 ha mostrato che gli alimenti contenenti principalmente grassi e carboidrati (e quindi poveri di proteine) determinano la sovrapproduzione di un neurotrasmettitore chiamato dopamina, che è associato a sensazioni di piacere, dopo il consumo. In realtà non è successo niente di così sconvolgente. Si attiva semplicemente un sistema antichissimo che coinvolge molti comportamenti animali, compresi quelli delle “ricompense”.

In parole povere, qualsiasi stimolo può determinare l’emergere dell’appetito, grazie alla “ricompensa” che ne deriva. La precisa attivazione mediata del sistema di ricompensa da parte della dopamina è caratterizzata da riflessi condizionati che suscitano piacere e possono influenzare le decisioni prese. In breve, se ci piace qualcosa, siamo più motivati ​​a ottenerlo e questa spinta in eccesso può essere in contrasto con i nostri bisogni legati alla sopravvivenza.

Nello studio è stato sufficiente mostrare semplicemente sullo schermo alcuni snack salutari e altri contenenti zuccheri e carboidrati e solo in quest’ultimo caso è stata osservata una secrezione anormale di dopamina, assolutamente più alta della media. Guardando gli snack si attiva in maniera esagerata il sistema di ricompensa.

Una volta acquistato il prodotto, il gioco è finito: il gusto semplice, il sapore dolce del cibo industriale ma ricco di grassi idrogenati attiveranno istantaneamente il sistema di ricompensa. Questo vale per la maggior parte degli alimenti confezionati, ma vale anche per alimenti come i cereali che contengono esorfine, che sono associate a intense sensazioni di benessere, dipendenza e soddisfazione.

Ingredienti

Gli ingredienti della Nutella rivelano gli effetti benefici irreali di uno degli alimenti più desiderati e abusati al mondo di tutte le età.

Gli ingredienti della Nutella sono quindi: zucchero, nocciole (13%), olio vegetale, cacao magro, siero di latte in polvere, latte in polvere scremato (5%), emulsionante (lecitina di soia) e aromi.

Se il prodotto viene consumato regolarmente, entrambi presenti nella stessa percentuale in primo luogo creano un rischio maggiore. Zucchero e grasso sono gli ingredienti più comuni nella Nutella e sono le categorie di macronutrienti che i nutrizionisti raccomandano per l’uso quotidiano.

Nutella: mangiala, ma non abusarne

Le nocciole sono ricche di calorie, ma anche ricche di fibre, proteine, minerali e vitamine. Inoltre, la Nutella è in grado di aumentare la glicemia.

Ciò può portare all’ostruzione delle arterie, con conseguente rischio cardiovascolare, che può avere gravi conseguenze, come arresto cardiaco o infarto.

In conclusione, a fine giornata, consumare quotidianamente grandi quantità di Nutella è benefico per l’aumento del tessuto adiposo corporeo e, in associazione ad altri fattori di rischio, può essere dannoso per la salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.