Se hai problemi di colesterolo allora devi assolutamente scoprire gli effetti dei carciofi sul tuo organismo

Il carciofo è uno degli ortaggi più conosciuti, versatili ed apprezzati del nostro paese, anche se “l’arte” di coltivarlo arriva direttamente dagli arabi, infatti il nome probabilmente da ḵuršūf. Viene consumato sopratutto durante la stagione invernale, coltivato sopratutto nelle regioni di  Toscana, Liguria, Lazio e Puglia.

Proprietà

Dal punto di vista biologico la parte edibile corrisponde alle infiorescenze della pianta della famiglia delle Asteraceae (il nome “originale” del carciofo è Cynara cardunculus). La maggior parte della sua composizione è formata da acqua (oltre l’80 %) ed ha un importante contenuto di proteine e carboidrati mentre i grassi sono praticamente assenti, così come il colesteorlo.

Oltre a ciò, grazie al contenuto di sali minerali come ferro, oltre a fibre e vitamine. In senso generale i carciofi “fanno bene” indifferentemente dal tipo di dieta che stiamo seguendo, magari approfittando dell’incredibile duttilità che questo ortaggio permette dal punto di vista della preparazione.

Se hai problemi di colesterolo allora devi assolutamente scoprire gli effetti dei carciofi sul tuo organismo

La “lotta al colesterolo” fa riferimento alla comparsa sempre più frequente di quello “cattivo” definito LDL al posto di quello “buono” (HDL), che ha la funzione di contrastare la controparte, che tende ad accumularsi sulle pareti interne delle arterie, provocando così a lungo andare problematiche anche gravi come ictus ed infarti.

I carciofi hanno un importante potere “diuretico” in virtù della loro importante presenza di acqua ma si rivelano anche preziosi alleati di chi deve convivere con il colesterolo alto: sopratutto se consumati cotti, un apporto abbastanza continuato di carciofi favorisce l’assorbimento e la sintesi del colesterolo da parte dell’organismo. In generale un consumo costante di questi ortaggi aiuta a mantenere equilibrati i livelli di glicemia (gli zuccheri del sangue) del proprio organismo sopratutto in funzione preventiva.

Risultano particolarmente imoportanti se cotti al vapore o bolliti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.