Cosa coltivare sul balcone in primavera? Ecco l’orto perfetto per il terrazzo

L’orto sul balcone è la migliore soluzione per chi non possiede un terreno da coltivare, con una buona organizzazione si può ottenere uno spazio idoneo alla coltivazione di diversi tipi di piante. Fare un orto sul balcone è abbastanza semplice, la parte più impegnativa è strutturare la zona da utilizzare, attrezzandola con il necessario. Bisogna poi scegliere cosa metterci come ad esempio un mix di ortaggi e piante aromatiche che favoriscono la crescita anche delle altre tipologie di ortaggio.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Cosa coltivare sul balcone?

Ecco cosa coltivare sul balcone:

  • La lattuga è consigliata da marzo a fine aprile, non teme il freddo e si possono trapiantare sempre, anche in inverno;
  • Le zucchine e i cetrioli sono piante vigorose, che necessitano di contenitori di 40 cm di diametro ed altrettanti di profondità. Richiedono un terriccio concimato molto generosamente ed esposizione in pieno sole. Il cetriolo, può essere gestito facendolo arrampicare su una rete, su canne o su un grigliato;
  • Il basilico può essere coltivato facilmente ma ha bisogno di un’ottima esposizione e un’annaffiatura regolare. Febbraio e marzo sono buoni momenti per la semina e la raccolta può iniziare già un mese dopo;
  • Il pomodoro deve essere messo in un punto al riparo dal vento e ben soleggiato e devono essere inseriti dei bastoncini per sostenere la crescita della pianta;
  • La bietola da marzo a maggio per avere il prodotto d’estate, da luglio ad agosto per raccogliere in autunno. Predilige climi temperati, ma si adatta facilmente a diverse condizioni climatiche. Ha bisogno di molto sole;
  • La melanzana, aprile e maggio sono i mesi migliori per dedicarsi alla sua coltivazione. La temperatura migliore per coltivarla è tra i 15 e i 18 gradi durante la notte ed i 25 e i 28 gradi durante il giorno. Non sono necessarie molte ore di luce anche se la sua esposizione al sole diretto può far bene. Bisogna posizionare la pianta in una zona di penombra quando c’è l’alba o il tramonto;
  • La carota da aprile a settembre. È consigliabile scegliere una varietà che rimanga corta come ad esempio la Oxheart o la Little finger o la Nantes. La carota preferisce un clima temperato e non sopporta il freddo intenso, soprattutto quando germoglia. La posizione migliore per coltivare carote sul balcone è un posto che riceve sempre i raggi solari;
  • La rucola da marzo a giugno, può essere coltivata in qualsiasi tipo di terreno, più sarà arido più conferirà alle foglie un sapore piccante. È preferibile far crescere le piantine in pieno sole;
  • Il pisello da marzo fino ad aprile, è meglio scegliere una posizione in pieno sole ma produce bene anche in zone parzialmente ombreggiate;
  • Il peperoncino, irrinunciabile per dare una nota piccante ai nostri piatti, va sistemato in una zona molto luminosa, evitando però di esporlo alla luce diretta del sole. Non esiste una stagione o un periodo dell’anno ideale per seminare, tutto dipende dal clima e dalla latitudine in cui ci troviamo. Siccome i peperoncini hanno una crescita lenta e vogliono il caldo, si comincia a seminarli tra marzo e giugno;
  • Il ravanello da marzo a giugno, ha bisogno di una zona luminosa del balcone, ma non piene di sole;
  • L’aglio, ha proprietà antibatteriche e antiossidanti ed è particolarmente consigliato a chi soffre di ipertensione. Ne esistono diverse varietà. Si pianta da ottobre a febbraio. E si raccoglie dal mese di giugno. Ha bisogno di terreni asciutti e sciolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *