Attenzione al mal di testa, può essere più grave di quanto pensi

Molte persone soffrono di mal di testa, il cui nome scientifico è cefalea. Il mal di testa rappresenta una delle forme di dolore più diffuse nella popolazione. Generalmente non è pericoloso e può essere curato con farmaci antidolorifici da banco.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

È opportuno che se i mal di testa peggiorano o non si alleviano di rivolgersi ad un medico.

Esistono vari tipi di mal di testa:

  • La cefalea di tipo tensivo, conosciuta anche come cefalea di tipo muscolo-tensivo, è il più frequente mal di testa. Si manifesta con un dolore persistente da ambedue i lati della testa. Il dolore è lieve o moderato e non compromette le attività quotidiane. Normalmente, dura da 30 minuti a qualche ora ma, a volte, può durare diversi giorni. Le cause della cefalea tensiva possono essere vari come stress, posizione scorretta, digiuno o disidratazione. Di solito, può essere risolta con antidolorifici comuni, come il paracetamolo o l’ibuprofene.
  • La cefalea a grappolo è rara e si manifesta con un dolore molto forte nella zona intorno all’occhio di un lato della testa. Spesso è associata a lacrimazione, arrossamento dell’occhio e naso chiuso. La durata delle crisi può andare da uno a due mesi. Questo tipo di cefalea non risponde alla cura con i farmaci da banco, o da farmaci specifici prescritti dal medico;

 

  • La cefalea da farmaci e da antidolorifici è un effetto indesiderato dovuto all’assunzione di alcuni farmaci o all’uso eccessivo di antidolorifici. Questo tipo di cefalea può essere risolto soltanto sospendendone l’assunzione.
  • La cefalea da ormoni nella donna è spesso provocato dalle variazioni ormonali legate alle mestruazioni, alla pillola contraccettiva, alla menopausa o alla gravidanza. Per ridurre i mal di testa associati al ciclo mestruale è sufficiente tenere sotto controllo lo stress, mantenere un ritmo sonno-veglia regolare e assicurarsi di non saltare mai i pasti.
  • L’emicrania è caratterizzata da un dolore di tipo pulsante, di intensità moderata o grave che colpisce, generalmente, un solo lato della testa o la sua parte anteriore. Può essere accompagnata da nausea, vomito ed eccessiva sensibilità alla luce e al rumore. In genere, dura un paio d’ore ma può costringere a letto anche per alcuni giorni. È curata con con comuni farmaci da banco ma, nelle forme più severe, possono essere necessari medicinali che richiedono la prescrizione del medico.

Attenzione al mal di testa, può essere più grave di quanto pensi


Esistono però dei campanelli d’allarme che devono indurre a rivolgersi immediatamente al medico, perché potenzialmente sintomi di patologie gravi:

  • Se l’intensità del dolore è molto più forte del solito;
  • Se il dolore è così forte da essere insopportabile, ostacolando il normale svolgimento delle attività della vita quotidiana;
  • Se il mal di testa è continuo da più giorni e non passa nonostante l’utilizzo di farmaci analgesici;
  • Se il dolore si associa alla presenza di febbre molto alta, eruzioni cutanee;
  • Se la frequenza e la durata degli attacchi è improvvisamente e significativamente aumentata negli ultimi tempi.
  • Se il mal di testa esordisce durante la notte;
  • Se la cefalea è persistente in gravidanza;
  • In seguito a traumi cranici;
  • Se si accompagna a sintomi che fanno pensare a un danno cerebrale o a un problema a carico del sistema nervoso, come debolezza, difficoltà nell’articolare le parole, confusione, perdita della memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *