Foglie di salvia bucate: cosa fare per risolvere il problema?

La salvia è una piccola pianta perenne erbacea aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. É una pianta originaria del bacino del Mediterraneo.

L’altezza di queste piante varia da 20 a 40 cm e la consistenza delle foglie è feltrosa al tatto ed hanno un colore verde-grigiastro.

Proprietà e usi

La salvia viene usata molto in cucina, come erba aromatica, per insaporire carne o pesce.

Questa pianta ha proprietà antisettiche, digestive e calmanti. Inoltre può essere utilizzata per curare un’eccessiva sudorazione. Rafforza le gengive ed è utile per lo smalto dei denti.

Viene usata anche nel campo della cosmetica, infatti è considerato un ottimo fissatore per profumi.

Foglie di salvia bucate: cosa fare per risolvere il problema?

Molto spesso quando coltiviamo questo tipo di pianta ci ritroviamo le foglie piene di buchi, questo avviene a causa di due insetti, ovvero i coleotteri o i bruchi di falena. Questi due insetti infatti si cibano proprio di foglie di salvia.

I bruchi di falena mangiano queste foglie di notte mentre i coleotteri di giorno.

Dato che si tratta di foglie che devono essere ingerite dall’uomo è opportuno non usare sostanza chimiche ma puntare tutto su dei rimedi naturali. Ad esempio è possibile fare un infuso di aglio e pepe e spruzzarlo sulla nostra pianta.

Un altro metodo efficace contro questi insetti è il peperoncino. Il peperoncino é un forte repellente naturale che farà rimanere gli insetti lontano dalla pianta. Al peperoncino bisogna aggiungere acqua e un sapone molle potassico per poi spruzzarlo sulla pianta.

Un’altra soluzione può essere un miscuglio di cannella e chiodi di garofano, anch’esso come gli altri due va spruzzato sulla pianta.

Oppure si può usare anche un macerato di ortiche e usarlo allo stesso modo degli altri.

Questi passaggi devono essere fatti ogni 2/3 giorni per avere sempre una pianta protetta e allo stesso tempo commestibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.