Se presenti questa domanda all’INPS ottieni fino a 815 euro: ecco cosa fare

Novità anche in “corso d’opera” da parte dell’INPS che oramai ad aprile inoltrato prosegue nelle varie modifiche e deleghe di varia natura: un comunicato ufficiale dell’ente datato 7 aprile che prevede il rinnovo, o meglio la “delega” per ottenere l’indennità nota come ISCRO, ossia Indennità Straordinaria di Continuità Reddituale e Operativa da parte di una specifica tipologia di lavoratori.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Se presenti questa domanda all’INPS ottieni fino a 815 euro: ecco cosa fare

L’ISCRO fa parte di un sistema di ammortizzatore sociale sviluppato in via sperimentale nell’arco di tempo 2021-2023. L’indennità in questione è destinata ai lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata. Una sorta di “mini cassa integrazione” concepita per i lavoratori autonomi che sono andati incontro ad una sospensione del lavoro per un determinato periodo di tempo.

Possono farne domanda i titolari di partita IVA che fanno parte della Gestione Separata e che l’anno precedente la presentazione della domanda possono dimostrare di aver avuto un reddito inferiore a 8.145,00 euro

Nell’anno precedente la presentazione della domanda aver totalizzato un reddito inferiore a 8.145,00 euro, deve essere in possesso di partita IVA da almeno 4 anni, e dimostrare che il reddito attuale risulti inferiore al 50% della media nei tre anni precedenti a quello precedente la domanda. L’indennità, calcolata sul 25 % dell’ultimo importo dichiarato, sarà erogata su base semestrale e non potrà essere inferiore a 254,74 euro e non superiore a 815,20 euro. Chi ha già usufruito dell’indennità nel 2021, non potrà nuovamente presentare domanda in quanto la ISCRO risulta accessibile solo una volta nel triennio 2021-2023.

E’ possibile fare richiesta direttamente attraverso il portale dell’INPS a partire dal 1° maggio 2022 fino al 31 ottobre 2022: è necessario essere in possesso SPID di livello 2 o superiore, la Carta di identità elettronica 3.0 (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS). A partire dal 1° maggio il portale dell’INPS renderà possibile effettuare la domanda, in alternativa è possibile usufruire di dei contatti telefonici: il numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile, a pagamento.

INPS