Cosa succede a chi mangia le arance con colesterolo e glicemia? Ecco la verità

Le arance forniscono esperidina, pectina, magnesio e potassio. L’esperidina combatte il colesterolo cattivo. Magnesio e potassio controllano la pressione sanguigna. La pectina che si trova nella parte bianca abbassa la glicemia.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Le bucce d’arancia fanno bene al colesterolo?

La buccia delle arance contiene due componenti come la tangeretina e la senimina. Entrambe le sostanze non influenzano i livelli di colesterolo “buono” (HDL) e non hanno effetti collaterali. Sono preferiti alle statine e ad altri farmaci che possono danneggiare il fegato e i muscoli. Tangeretina e senimina riducono la glicemia del 32-40%. Queste due molecole si trovano anchenel succo, ma in concentrazioni molto basse. Bisognerebbe bere almeno 20 bicchieri di succo di arancia al giorno.

Le persone con la pressione alta possono mangiare le arance?

Le arance aiutano a combattere la glicemia alta. Attenzione però a non eccedere nella quantità. Le arance sono ricche di fibre e impiegano più tempo per scomporsi e digerire. Ciò consente un lento rilascio di zucchero e assicura che i livelli di zucchero nel sangue rimangano stabili per un lungo periodo di tempo. Bevi il succo con attenzione. Può essere dannoso perché contiene meno fibre. Si consiglia di non assumere più di 45-60 grammi di carboidrati per pasto. Un’arancia di dimensioni standard contiene circa 15 grammi di carboidrati, mentre un’arancia grande fornisce il doppio di quella quantità. Secondo uno studio, due bicchieri di succo d’arancia al giorno possono determinare un calo significativo della pressione sanguigna. È sempre bene assicurarsi di non acquistare prodotti industriali. Invece, prepara un bicchiere freddo a casa per goderne i maggiori benefici. Per avere un cuore sano, hai bisogno di una dieta equilibrata, meno sale e più esercizio.

Quali minerali contengono le arance?

Sono composte da carboidrati ed acqua. Sono una buona fonte di fibre. Contengono pochi grassi, sono prive di colesterolo e hanno poche proteine. Sono un’ottima fonte di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti. Hanno un basso indice glicemico e possono mangiarle anche i diabetici anche se con molta moderazione. Ecco i minerali che contengono:

  • Ferro
  • Calcio
  • Magnesio
  • Potassio
  • Sodio
  • Fosforo
  • Zinco
  • Rame
  • Manganese

Arance e diabete: ammessi con una sola condizione

Le arance hanno una funzione molto importante, che è quella di abbassare la pressione sanguigna, proteggere le arterie e aiutare a controllare la glicemia. Per questo motivo, mangiare le arance non è una minaccia per i diabetici, anzi aiutano a controllare i livelli di zucchero nel sangue elevati. Tuttavia, dobbiamo assolutamente evitare il succo d’arancia o i succhi di frutta preconfezionati, che possono contenere grassi, coloranti e zuccheri aggiunti, che sono particolarmente dannosi per le persone con glicemia alta e diabete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *