Come funziona il bonus finestre? Ecco la mini guida da seguire

Chi decide di fare dei lavori in casa, cambiare finestre, porte o infissi, può usufruire di alcuni bonus edilizi. Cambiare gli infissi con nuovi prodotti garantisce un risparmio sui consumi del riscaldamento.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Con il bonus infissi vi è una detrazione fiscale sugli interventi per la sostituzione di finestre e infissi. Le spese ammesse alla detrazione, comprendono la fornitura e l’installazione di finestre, infissi, persiane, vetrate, porte e portoni.

Quando si può e non si può richiedere il bonus

Purtroppo se la casa è in costruzione, non si potrà richiedere nessun bonus. La detrazione può avvenire solo per oggetti che sostituiscono elementi già esistenti in stanze o vani riscaldati e devono avere le stesse dimensioni di quelli precedenti. Le nuove finestre devono contribuire all’isolamento termico dell’abitazione, in modo da permettere di avere minori consumi e un risparmio in bolletta.

Per poter usufruire di questo bonus è necessario che i lavori avvengano in combinazione con almeno uno degli interventi di ristrutturazione trainanti, come il cappotto termico, l’isolamento termico del tetto o la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale.

La somma da detrarre può essere calcolata in base al bonus casa a cui è legata la sostituzione degli infissi:

  • Con il bonus ristrutturazione è prevista una detrazione fiscale del 50% sul totale, per un importo massimo di 96.000 euro. La detrazione viene poi restituita in 10 rate annuali;
  • Anche con l’ecobonus c’è una detrazione del 50% del totale, però fino ad un massimo di 60.000 euro;
  • Invece con il Superbonus, la detrazione è pari al 110%, da sfruttare in cinque rate annuali di pari importo.

Come richiederlo

La procedura per richiedere queste detrazioni fiscali é molto semplice, bisogna trasmettere all’ENEA, l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, una copia dell’attestato di certificazione e una scheda con tutti gli interventi effettuati.

Questo deve essere fatto online entro 90 giorni dalla fine dei lavori.