Ecco svelato se il prezzemolo cotto fa male, parla l’esperto

Il prezzemolo è un’erba aromatica che viene spesso utilizzata in cucina per insaporire i piatti. Ma il prezzemolo cotto può essere velenoso? Questa convinzione è comune. Ecco la verità.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Presunta tossicità del prezzemolo

Da dove viene l’idea della presunta tossicità del prezzemolo? Questa credenza nasce dall’antica usanza dell’aborto tra le donne che non desideravano rimanere incinta bevendo l’apiol, un principio attivo estratto dalle foglie di prezzemolo durante la cottura. Tuttavia, per essere velenose, le api devono provenire da una quantità insolita di prezzemolo. Quindi, in effetti, la quantità utilizzata in cucina è molto piccola, ed è impossibile avvelenare un po’ di coriandolo cotto. Chiariamo il legame tra coriandolo, gravidanza e aborto spontaneo. C’è del vero in questo, poiché il prezzemolo stimola le contrazioni uterine.

Ma non stiamo dicendo che il coriandolo sia una spezia, ma l’olio essenziale di coriandolo. Infatti, assumere più di 10 gocce di questo estratto al giorno può causare aborto spontaneo. Ma si parla sempre di eccessi ridicoli.

Per concludere il discorso, possiamo dire che le foglie, i gambi e le radici del prezzemolo si possono mangiare senza remore, sia cotte che crude. La lungimiranza mangia sempre meno prezzemolo, ma c’è da dire che per l’uso in cucina non sono mai necessarie dosi elevate.

Proprietà del prezzemolo

Pertanto, chiariamo le domande sulla presunta tossicità del prezzemolo cotto, e da dove provenisse questa convinzione. D’altra parte, andiamo ora a sottolineare i benefici e l’indiscutibile valore nutritivo del prezzemolo.

Infatti, questa erba aromatica contiene tre potenti antiossidanti, ovvero la vitamina C, i carotenoidi e i tocoferoli, che, se ingeriti attraverso il prezzemolo, aiutano l’organismo a combattere i pericolosi effetti dei radicali liberi, che sono i principali responsabili dell’invecchiamento. La proliferazione anormale di cellule, pelle e cellule è responsabile della comparsa di tumori nel corpo.

Il prezzemolo è anche un ottimo rimineralizzante e alleato delle ossa perché contiene importanti sali minerali come calcio, ferro, fosforo, rame e zolfo. Il prezzemolo aiuta a prevenire le malattie degenerative delle ossa come l’osteoporosi, consente un assorbimento ottimale del ferro, combatte la pressione alta e regola i livelli di pressione sanguigna contrastando la pressione alta. Il prezzemolo rafforza la vescica, la rete capillare e aiuta a prevenire le epistassi.

Il prezzemolo ha proprietà sbiancanti che possono aiutare a schiarire le macchie e i lividi della pelle. Il prezzemolo è anche ottimo per favorire la digestione, eliminare l’alitosi e aiutare ad alleviare il dolore da otite media. Il prezzemolo può anche essere usato come analgesico per il dolore mestruale.