Quante ortensie si possono piantare in casa? Ecco la risposta dell’esperto

Se ti stai chiedendo quante ortensie puoi piantare in casa, questo articolo ti svelerà la risposta anche se immaginiamo tu già la sappia. L’ortensia è un particolare tipo di pianta che piace a tutti per la sua varietà di colori e la sua conformazione ariosa. Si può presentare in tonalità bianca, rosa, violetta e blu mentre le sue foglie grandi crescono a cespuglio.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

La pianta è di origine asiatica, più specificatamente dell’Himalaya, e appartiene alla famiglia delle ‘Hydrangeaceae’. L’ortensia che troviamo in vaso è de genere ‘Hydrangea macrophylla’ e la ‘Hydrangea paniculata’ ma ne esistono molte altre in quanto la pianta si è mischiata con i diversi generi nel corso del tempo. Il colore, invece, varia in base alla quantità di ferro presente sul terreno. Se c’è poco ferro sarà bianco o rosa, se ce n’è molto sarà viola o blu.

Il fiore simboleggia l’amore in ogni sua forma anche se il significato intrinseco varia in corrispondenza al colore. Il suo nome deriva dall’accompagnatrice dell’esploratore che primo riconobbe la specie, tale Hortense Barrè, che accompagnò la spedizione del naturalista Philibert Commerçon.

L’ortensia: la pianta ornamentale

Molte persone scelgono di abbellire le proprie case e i propri giardini con almeno una pianta di ortensia perché è resistente, colorata e piuttosto robusta. Cresce sia su terreno che su vaso, senza patire troppo gli spazi ristretti. I suoi fiori, chiamati ‘colimbri’, quando si seccano non si disperdono nelle zone circostanti ma restano attaccati al fusto.

Questa sua propensione alla crescita e allo sviluppo le permette di crescere sana e forte in tutti i contesti. Una volta acquistata la pianta va subito trapiantata in un vaso più grande o in giardino. Il mese ideale per svolgere questo rito è sicuramente aprile quando la temperatura è ancora fresca e mite.

Il terriccio ideale è quello composto da torba, argilla espansa sul fondo e terriccio universale. La terra deve essere sempre ben drenata, mai esposto ad alte temperature e sistemato in penombra. Sboccia in maggio e per questo una volta era il fiore che veniva regalato nell’occasione della Festa della mamma. Le infiorescenze nel vaso hanno bisogno di spazio per cui in un vaso piccolo va posizionata una sola ortensia.

Se decidiamo di trapiantare l’ortensia in giardino manteniamo tra una pianta e l’altra almeno un metro di distanza. Anche qui il terriccio deve essere composto in parte di torba, terriccio universale e argilla espansa. Dedicare uno spazio in penombra e mai troppo soleggiato per la nostra coltivazione di ortensie.

I consigli per avere delle invidiabili ortensie

Ti riassumo in vari punti i consigli per avere delle ortensie in salute:

  • le ortensie devono avere il giusto spazio per crescere;
  • il terreno deve essere umido e mai arido;
  • la pianta ama la penombra;
  • usare l’acqua demineralizzata e non troppo calcarea;
  • scegliere per lei un luogo fresco e mite;
  • potare fiori secchi e rami deboli.

Se seguirai questi consigli potrai avere delle ortensie in case superlative e soprattutto potrai coltivarne quante ne vuoi, non ci sono limiti di coltivazione!