A quanto deve essere la glicemia a digiuno? parla l’esperto

Per glicemia si intende la quantità di zuccheri  presente nel sangue. Quando la glicemia è troppo alta si parla di iperglicemia, viceversa, se il valore è troppo basso, abbiamo l’ipoglicemia. 


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

A quanto deve essere la glicemia a digiuno? Parla l’esperto

I livelli di glucosio nel sangue di mattina, prima di fare colazione dovrebbe essere compresa tra 70 e 99 mg/dL.

Valori di glicemia a digiuno compresi tra 100 e 125 mg/dl, rappresentano comunque una condizione di rischio che deve essere tenuta sotto controllo (alterata glicemia a digiuno).

Mentre se vediamo per almeno due volte, valori a digiuno superiori o uguali a 126 mg/dl , potrebbe essere diabete ed è consigliata una visita medica specialistica.

Inoltre sono ritenuti normali, valori di glicemia dopo 2 ore dall’assunzione di glucosio inferiori a 140 mg/dl, mentre valori tra 140 e 199 mg/dl fanno pensare ad ridotta tolleranza ai carboidrati ed infine con valori superiori o uguali a 200 si tratta di diabete.

Come misurare gli zuccheri nel sangue

Per chi soffre di diabete, deve controllare spesso i livelli di glucosio nel sangue. Per misurarla si deve avere un glucometro, le strisce reattive, un batuffolo di cotone imbevuto con disinfettante, un batuffolo di cotone asciutto e una lancetta pungidito. Bisogna innanzitutto disinfettare un polpastrello. Pungere poi con l’ago pungidito e comprimere il dito per fare uscire un po’ di sangue. Mettere poi un po’ di sangue sulla striscia del glucometro, aspettare qualche secondo e comparirà il valore della glicemia.

Per tenere sotto controllo la glicemia  bisogna seguire una dieta specifica con alimenti a basso indice glicemico e con poche calorie.

Inoltre fanno bene anche alimenti ricchi di vitamina A, vitamina C, vitamina E e flavonoidi. Fa bene anche la frutta, ma ovviamente deve essere poco zuccherata. 

Sono da evitare alimenti ricchi di carboidrati, dolci, bevande gassate o troppo zuccherate, formaggi grassi, insaccati, wrustel e altri cibi  grassi.