I problemi di memoria sono sempre più diffusi: ecco come intervenire per migliorare

Il disturbo della memoria consiste in una riduzione grave della capacità di ricordare informazioni avvenute in precedenza. La memoria è la capacità del cervello di conservare informazioni sotto forma di ricordo.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Ne esistono vari tipi:

  • A breve termine detta anche memoria primaria la memoria capace di ricordare piccole informazioni per pochi secondi;
  • A lungo termine, invece permette di ricordare grandi quantità per periodi più lunghi;
  • Infine quella sensoriale che ci permette di ricordare informazioni uditive, visive, tattili, olfattive e gustative.

Cause di questo disturbo

Una delle possibili cause per questi problemi possono essere varie lesioni che disconnettono il circuito tra l’ippocampo, i nuclei della base ed i lobi frontali provocate da numerose patologie cerebrali come il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla, la malattia di Alzheimer e le altre demenze corticali e sottocorticali.

Questo problema può essere causato anche da lesioni cerebrali traumatiche o da un trauma psicologico. Altre cause potrebbero essere l’ipossia, l’assunzione di elevate quantità di alcool o dalla mancanza di tiamina. Anche l’invecchiamento ne potrebbe essere la causa.

Sintomi

Esistono diversi tipi di disturbi,  quelli della memoria di fissazione dove sono coinvolti i i nuovi ricordi che  non riescono a essere fissati nella mente e  quelli della memoria di rievocazione che non permette di ricordare i vecchi ricordi.

I problemi di memoria sono sempre più diffusi: ecco come intervenire per migliorare

Per trovare una cura efficiente per prima cosa si deve trovare la causa innanzitutto importante identificarne le cause.

Il medico cercherà di prevenire questi problemi con dei farmaci per rafforzare la memoria.

È importante anche l’alimentazione che deve essere composta da pasti poco abbondanti perché sennò ridurrebbero le prestazioni intellettive e l’efficienza mnemonica. Deve essere anche ricca di sostanze che favoriscono le funzioni cognitive come alimenti ricchi di fosfolipidi, fibre, minerali, vitamineantiossidanti.