L’esperto di settore ha scoperto come questa abitudine migliora la salute e l’umore

Ti sei abituato all’idea che l’aria pura fa bene: che sia aria di montagna o aria di mare, fare un respiro profondo è una sensazione di reale beneficio fisico e mentale. Influenzato dall’oceano, la cosa più importante è respirare aria pulita, non inquinata e priva di allergeni. Tuttavia, è diventato sempre più difficile trovare luoghi in cui i livelli di inquinamento possono essere determinati come più bassi e ogni giorno ci troviamo di fronte al fatto che i livelli di inquinamento in molte città superano i livelli considerati dannosi per la salute, con le relative limitazioni alla circolazione. Secondo l’OMS, i dati del 2018 mostrano che oltre l’80% della popolazione mondiale vive in aree urbane con livelli eccessivi di inquinamento. In particolare, le metropoli dei paesi più poveri sono le più vulnerabili agli agenti inquinanti.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Polveri sottili o particolato

Si tratta di sostanze molto piccole, meno di mezzo millimetro di diametro, che rimangono nell’aria e vengono inalate a causa delle loro ridotte dimensioni. Possono essere solidi o liquidi e possono essere naturali o il risultato dell’attività umana.

Tra le particelle naturali, ci sono pollini e polveri, ecc., e tra le particelle prodotte dalle attività umane, ci sono sostanze di origine industriale, dalla combustione del riscaldamento e dalla combustione dei motori delle automobili.

Minore è la dimensione delle particelle, più gravi sono gli effetti sulla salute, poiché sono in grado di penetrare nel nostro organismo e, in alcuni casi, causare allergie, irritazioni o tossicità. Si possono inspirare particelle di diametro inferiore a 10 micron, quindi oltre al naso e alla faringe, possono raggiungere i bronchi e i polmoni, causando problemi respiratori.

Monossido di carbonio e anidride carbonica

Sono due composti di carbonio particolarmente pericolosi nonostante le loro diverse origini. Il monossido di carbonio è altamente tossico, rimane nell’atmosfera per circa 30 giorni e può avere conseguenze fatali per l’uomo se inalato in grandi quantità e capace di produrre una miscela esplosiva. Si verifica sia per cause naturali, come incendi ed eruzioni vulcaniche, come risultato di attività umane industriali o riscaldamento e trasporti.

D’altra parte, l’anidride carbonica ha un effetto dannoso sul riscaldamento globale, è causato dall’effetto serra, che è una delle principali cause dell’effetto serra. altri tipi di inquinanti.
Tra gli altri tipi di inquinanti, sono particolarmente importanti gli ossidi di azoto, il monossido e il biossido di carbonio prodotti dai motori diesel, dalle centrali termiche e dal riscaldamento domestico.

Perché l’aria pulita contribuisce alla salute

In media, gli adulti respirano da 6 a 9 litri d’aria al minuto, mentre respirano circa 60 litri quando sono fisicamente attivi e anche fino a 130 litri durante un esercizio vigoroso. Ecco perché l’introduzione nei polmoni e, in genere nel corpo, è innocua per l’organismo stesso. Sia in casa che fuori, la qualità dell’aria è molto importante per il benessere di una persona. L’aria è composta principalmente da ossigeno e azoto, a cui però si aggiungono tutte le altre sostanze o particelle che possono raggiungere i nostri polmoni. L’aria contiene circa il 21% di ossigeno, che sarebbe il livello ottimale per il sistema respiratorio umano, soprattutto quando l’uomo non riesce a respirare al di sotto del 17%, ma la composizione dell’aria è in continua evoluzione a causa della presenza di altri gas e particelle e tra di loro La reazione chimica è anche correlata al calore solare.