Sono tanti a chiedersi come essere più produttivi, ecco i segreti per iniziare subito

Abbiamo tutti vissuto quei giorni produttivi in ​​cui ci sentivamo come se il mondo fosse ai nostri piedi.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Ma cosa succede dopo? In altri giorni tutto sembrava andare storto e non riuscivamo a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati, durante i quali anche il più piccolo compito sembrava un’enorme montagna da scalare.

Come essere produttivi al lavoro nel modo giusto, concedendoti il ​​giusto riposo fisico e mentale?

Esistono molte pratiche di gestione del tempo che possono aiutarti a organizzare meglio il tuo lavoro in base al tempo che hai a disposizione. È qui che sorge il problema più grande. Ci sono sempre scadenze incombenti, eventi imprevisti, montagne di attività e altri che entrano nel tuo già fitto programma.

Tutto questo porterà sicuramente una scarica di adrenalina, ma anche stress, guai per la famosa “corsa contro il tempo” e più ore di lavoro per portare a termine tutto.

Se finisci per sentirti stanco, non devi incolpare te stesso. Siamo umani e abbiamo anche bisogno di ricaricare le batterie per continuare a produrre e sostenere i ritmi che il lavoro ci impone. Allora come aumentare la produttività? Trova il giusto compromesso tra giornate piene e giornate vuote.

Cosa significa essere produttivi?

Tutti vogliono essere produttivi. Ma se dovessi chiederti una definizione, come mi risponderesti?

Molte persone potrebbero rispondere che essere produttivi significa lavorare 9 o 10 ore invece delle solite 8. Altri potrebbero dire che essere produttivi significa fare di più di quanto pensi di fare in un giorno.

Ma siamo sicuri che sia davvero questo il significato di “produzione”?

In realtà, produttività significa essere in grado di completare tutte le attività che ti sei prefissato di svolgere.

Evita un multitasking eccessivo

Il mondo del lavoro spesso ci impone di svolgere più attività contemporaneamente.

Cosa significa? Prepara presentazioni da presentare al team, rispondi alle chiamate e aiuta i colleghi che stanno ancora imparando a fare trading.

Ovviamente, essere in grado di destreggiarsi tra queste diverse attività può darti l’impressione di essere multitasking. Ma i fatti sono completamente diversi.

Una ricerca dell’American Psychological Association mostra che spostare costantemente la tua attenzione da un’attività all’altra richiede 40 minuti in più della tua.

Come mai? Ripensa alla tecnica del pomodoro. Questa è una strategia che ti incoraggia a identificare un’attività, e solo un’attività, per concentrarti meglio su quell’attività.

Se continui a passare da un lavoro all’altro, la tua mente deve rifocalizzarsi ogni volta e avrai bisogno di più tempo per effettuare la transizione.

Organizza per priorità

Abbiamo detto che provare a multitasking sarebbe controproducente, giusto? Ma come scegliere un inizio?

Ricevi una nota o una nota dal tuo telefono ed elenca tutte le attività che devi svolgere. Quindi scegli da 1 a 3 attività che devi assolutamente fare durante il giorno.

Ora apri il foglietto o apri una nuova nota e scrivi solo le attività selezionate in ordine di importanza. Ora puoi iniziare con il primo.

Se ti dico solo di scrivere una lista di cose da fare e di spuntarle mentre procedi, inizierai a controllare le cose più semplici.

Tuttavia, in questo modo, puoi eliminare le priorità della giornata e passare a quelle minori.