Maionese scaduta? conservala, sarà perfetta sulle piante, ecco come

Prendersi cura delle nostre piante è importante e va fatto nel modo giusto. Una pianta deve essere pulita come qualsiasi altra cosa in casa nostra, infatti anche sulle piante si deve togliere la polvere dalla loro superficie. Se questo non succede per molto tempo, lo strato di polvere sulla pianta, non solo renderà più brutta la nostra pianta, ma impedirà anche di assorbire la luce del sole e l’anidride carbonica, compromettendo il processo di fotosintesi. Per aiutare la nostra pianta possiamo usare la maionese scaduta, così da non buttarla.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Maionese scaduta? Conservala, sarà perfetta sulle piante, ecco come

La maionese è una salsa cremosa e omogenea, di colore bianco o giallo. È costituita principalmente da acqua, tuorlo d’uovo, olio vegetale, aceto o succo di limone.

A volte può capitare di non finire la maionese prima che scada e bisogna buttarla. La maionese scaduta non andrebbe mai mangiata. Il rischio è quello di beccarsi una brutta infezione da stafilococco.
Per chi ha delle piante in casa però, è possibile utilizzarla per loro, soprattutto se sono molto sporche.

Come usarla

In un piattino bisogna mettere un po’ di maionese con dell’acqua, immergere poi un panno di cotone pulito nella miscela e cominciare a pulire la parte superiore delle foglie.

La maionese darà luminosità alla pianta e aiuterà ad eliminare e rimuovere qualsiasi residuo appiccicosoaccumulato come la linfa, che migliorerà ancora di più la loro salute e bloccherà eventuali malattie. Questo è dovuto agli ingredienti che la compongono, cioè l’aceto, l’olio vegetale e i tuorli d’uovo. I residui di maionese possono essere tolti con un panno in microfibra e con dell’acqua tiepida.

Attenzione

Questo metodo può essere usato solo per le piante in casa e non per quelle in giardino perché con il sole, si potrebbero irritare e nuocere gravemente alla loro salute.