Nessuno lo sa, ma esiste un metodo per posizionare il ciclamino nel luogo corretto

Dobbiamo posizionare il ciclamino affinché si ritrovi nel suo elemento naturale e possa prosperare in salute. Naturalmente la pianta è piuttosto resistente e non necessita di particolari cure ma se vogliamo garantire al ciclamino una lunga durata e una lunga vita dobbiamo seguire alcune regole elementari per rispettare il suo habitat.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Il ciclamino è una delle piante più longeve dell’inverno e per far sì che attraversi tutta la stagione dobbiamo fare un check up al momento dell’acquisto. Le foglie devono essere vigorose e non presentare macchie o, peggio ancora, muffa. Se vediamo che c’è un principio di appassimento scegliamo un altra pianta perché significa che è in atto un attacco parassitario. Una volta a casa sarà arrivato il momento di posizionare il ciclamino e fornirgli tutto il nutrimento di cui ha bisogno.

Come curare il ciclamino

Il ciclamino viene venduto in vaso ma appena lo porteremo a casa dovremo provvedere a cambiargli confezione. Prendiamo un vaso leggermente più grande e mettiamo sul fondo due centimetri di argilla espansa. Il prodotto servirà a far drenare l’acqua ed evitare i ristagni così dannosi per il benessere delle piante.

Ricopriamo con un terriccio universale e spargiamo del concime in granuli per assicurare alla pianta di ciclamino l’apporto nutritivo di cui ha bisogno. Dobbiamo considerare, infatti, il cambiamento di clima e di terriccio come una sorta di stress a cui la pianta è sottoposta. Inseriamo la pianta e riempiamo di terra fino a ricoprire le radici.

Ricordiamoci di fare pressione così che nel terreno non si formino delle bolle d’aria: potrebbero causare uno squilibrio nutritivo e un ulteriore stress per la pianta. A questo punto dobbiamo controllare il terreno se necessita di acqua. Qualora dovessimo innaffiare assicuriamoci di non bagnare i fiori, le foglie né tantomeno il bulbo.

Per ovviare al problema basterà eseguire l’innaffiatura per immersione. Inseriamo il vaso in una bacinella con dell’acqua 8circa 15 centimetri) e lasciamola in immersione per alcune ore. La pianta assorbirà la giusta quantità idrica che necessita e non una goccia in più. Inoltre, si eviterà di bagnare le foglie e i fiori con l’uso dell’innaffiatoio. Se vediamo che il recipiente sotto il vaso si riempie di acqua buttiamola, così da non lasciare ristagni.

Posizionare il ciclamino

Dove posizionare il ciclamino? Dobbiamo sempre tenere a mente come parametro la temperatura di cui necessita la pianta: 15°C. Pertanto se in inverno e in autunno la pianta non ha particolari problemi rimanendo esposta ai raggi solari, in primavera e soprattutto in estate bisogna avere più attenzione.

Meglio posizionare il ciclamino in un posto a mezz’ombra durante le stagioni calde. Il luogo ideale deve essere soleggiato nelle ore meno intense di attività solare e ombreggiato durante le ore più calde della giornata. I raggi diretti del sole potrebbero seccare e bruciare la pianta, la quale nel giro di poco tempo potrebbe appassire. Se la teniamo in casa prestiamo attenzione alla qualità dell’aria. Se è troppo secca a causa del condizionatore o del riscaldamento dovremo spruzzare di tanto in tanto un po’ di acqua alle foglie così da garantirle la giusta umidità.