Un trucco pazzesco per cambiare vaso alla tua pianta, incredibile

Di solito, le piante si cerca di piantarle nel terreno in giardino, ma se questo non è possibile, alcune piante possono essere coltivate anche in vaso, posizionandole in casa o in balcone.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Quando le piante crescono, è inevitabile cambiare il vaso. Il rinvaso è importante per far crescere sana e forte la pianta perché la pianta per sviluppare le sue radici. Ovviamente però non deve essere molto più grande del necessario basta solo qualche centimetro in più, sennò si rischia di far morire la pianta per asfissia radicale. Ad esempio se la pianta si trova in un vaso di 12 centimetri, si può comprare uno di 14 cm. Il momento migliore per effettuare il rinvaso è non appena le radici sottostanti hanno completamente riempito tutto il substrato. Se lo spazio all’interno del vaso è stato completamente occupato ci sarà un rallentamento della crescita fino all’arresto dello sviluppo e conseguente sofferenza della pianta.

Per il rinvaso è necessario anche del terriccio aggiuntivo per riempire il vaso più grande. Si possono aggiungere dei sassolini, piccoli ciottoli e argilla espansa, che andranno sistemati sul fondo del nuovo vaso permettere all’acqua in eccesso di scorrere nel sottovaso.

È opportuno scegliere un vaso che ha i fori nella parte sottostante così da far sgrondare bene l’acqua. Anche il materiale del vaso è importante. Può essere di plastica o di terracotta.

Con quello di terracotta, il terriccio perde acqua per evaporazione sia dalla superficie che attraverso le pareti. Ed evita i ristagni idrici e le malattie al colletto e alle radici. Questo vaso però è più pesante e quindi è difficile da spostare.

Mentre con quello di plastica, il terriccio perde acqua per evaporazione solo dalla superficie, quindi bisogna usare un substrato più grossolano che sgrondi meglio l’acqua in eccesso.

Un trucco pazzesco per cambiare vaso alla tua pianta, incredibile

I vasi nuovi  per prima cosa, vanno lavati bene e poi vanno sistemati i ciottoli, i sassi o l’argilla di drenaggio. Poi va messo uno strato del nuovo terriccio, per poi metterci la pianta.

Disponitela al centro e mettete il terriccio ai lati, fino al completo riempimento del vaso.

Poi con le mani, bisogna premere  il terreno in superficie per renderlo più compatto e innaffiate la pianta fino a che non vedete scorrere alcune gocce d’acqua dai fori di drenaggio.