Metti il rosmarino sui capelli: ecco cosa accade se lo fai ogni giorno

Il rosmarino sui capelli è un toccasana per il cuoio capelluto perché dona vigore e lucentezza, ripulendo e disinfettando. Nonostante sia una pianta aromatica usata perlopiù in cucina, il rosmarino ha delle proprietà curative e terapeutiche piuttosto interessanti. Gli antichi lo sapevano bene e utilizzavano spesso dei rametti di rosmarino nei medicamenti.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

La sua fragranza, inoltre, è utile a far allontanare insetti e zanzare. Possiamo dunque sfruttare il rosmarino in estate mettendo un bicchiere con dell’acqua a cui aggiungeremo qualche rametto della pianta. E potremmo usarlo anche per prevenire gli attacchi di insetti e parassiti alle altre piante.  La sua capacità antimicrobica assicurerà a tutti i componenti della casa il benessere salutare.

Il rosmarino sui capelli

Come utilizzare il rosmarino sui capelli? Il metodo più semplice – e anche quello più usato – è far bollire dell’acqua naturale per poi aggiungerci dei rametti di rosmarino. Dovremo lasciare in immersione le parti vegetali per almeno un quarto d’ora ma possiamo tranquillamente lasciare dentro i rametti fino a quando l’acqua non si sarà raffreddata.

A questo punto potremo filtrare il composto e inserirlo in un contenitore a spray. La lozione così creata potrà essere spruzzata sui capelli dopo aver fatto lo shampoo e applicato il balsamo. Si usa come una sorta di spray energizzante. La miscela assicurerà fin da subito un aspetto sano e lucente alla tua chioma grazie alle qualità disinfettanti e rivitalizzanti contenute nel rosmarino.

La miscela di acqua e rosmarino può essere conservata per alcuni giorni in frigo dopodiché sarà da buttare perché non ha una lunga durata. In alternativa, possiamo congelare il tonico creando dei piccoli ghiaccioli sullo stampo da sciogliere all’occorrenza. Possiamo aggiungere al miscuglio acqua e rosmarino anche qualche goccia di limone per dare una nota agrumata ai capelli.

Olio essenziale di rosmarino

Qualora non avessimo una pianta di rosmarino a disposizione possiamo optare per l’olio essenziale di rosmarino. Facciamo attenzione che il prodotto che andremo ad acquistare sia 100% naturale e che non contenga composti chimici. L’olio essenziale è molto forte e quindi va usato con parsimonia, solo poche gocce alla volta.

Possiamo così sostituire la miscela acqua e rosmarino applicando l’olio essenziale con un altro olio a nostra scelta. Questa seconda soluzione è ottimale per chi ha i capelli secchi o sfibrati mentre non è consigliata a chi soffre di capelli grassi. Andremo a creare una miscela così composta: olio + olio essenziale al rosmarino.

Come olio possiamo usare a scelta l’olio di ricino, l’olio di cocco o altri tipi di olio che abbiamo a casa. Ci aggiungeremo una decina di gocce di olio essenziale di rosmarino e mescoleremo il composto per amalgamare. Con la lozione così creata andremo a frizionare le punte e i capelli nella loro lunghezza, evitando il cuoio capelluto.

Applicare il rosmarino sui capelli senza esagerare perché l’olio tende a ungere i capelli dando loro un effetto ‘sporco’. Possiamo inserire il composto realizzato in un piccolo contenitore a spray (come quelli da viaggio) e possiamo conservarlo anche per più di un mese a riparo dal calore e dalla luce del sole.