Ortensie: nessuno lo sa, me c’è una tecnica e un periodo per travarsarle

L’ortensia è un arbusto deciduo che può crescere fino fino a 2 metri di altezza e fino a 1,5 metri di lunghezza. Ha crescita molto veloce. Le ortensie hanno bisogno di una posizione a  mezz’ombra, non deve essere mai messa a diretto contatto con i raggi solari. L’ombra deve proteggere la chioma e il vaso.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Si abitua a qualsiasi terreno, che sia acido o basico e a secondo di questo cambia il suo colore. Con un terreno a pH 5-6 le ortensie saranno blu o azzurre mentre con un pH più basico i fiori saranno più chiari.

Le ortensie hanno bisogno di irrigazioni regolari, soprattutto quando il terreno è secco. Non bisogna usare acqua calcarea che potrebbe portare a problemi con la pianta. Ha bisogno anche di concimi, preferibilmente ricchi di potassio.

In inverno, per proteggerle dal freddo è opportuno ricoprirle con della pacciamatura. La pacciamatura è una tecnica molto utile per proteggere la pianta dal caldo estivo o dal gelo invernale. Inoltre, bisogna ricordare che in inverno non c’è bisogno di nessuna irrigazione.

Ortensie: nessuno lo sa, me c’è una tecnica e un periodo per travarsarle

L’ortensia deve essere trapiantata quando ha perso tutte le foglie e inizia la pausa vegetativa, cioè fine autunno o a fine inverno.

Per le ortensie in vaso, il momento giusto per trapiantarle in un vaso più grande è quando le foglie tendono all’ingiallimento o quando le le radici hanno riempito l’intero vaso.

Il rinvaso deve essere molto delicato. Innanzitutto bisogna staccare la pianta dal vecchio vaso e poi di tirarla fuori, ci si può aiutare anche con l’aiuto di un coltello. Ovviamente il coltello deve essere ben sterilizzano se no si rischia di inferrare la pianta con qualche malattia.

Appena la pianta è uscita, si deve pulire tutta l’argilla espansa che si è attaccata sul fondo del terriccio e aggiungetela nel nuovo vaso. Dopo aver inserito l’argilla, si deve mettere uno strato di nuovo terriccio. Bisogna fare attenzione ad eliminare tutte le sacche di aria. Inserire poi la pianta al centro del nuovo vaso e poi riempire tutte le zone con il nuovo terriccio, compattandolo molto bene.