Allarme glicemia, questi alimenti sembrano innocui eppure fanno male

Con una dieta per mantenere equilibrata la glicemia non si vanno a contare le calorie dei carboidrati, non c’è necessità di contarli o ridurli. È a basso contenuto di grassi e richiedere di ridurre le porzioni. In questa dieta non è che non puoi mangiare il carboidrato, ma se ne va a sostituire uno migliore.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Lo scopo di queste diete e di andare a consumare alimenti a basso indice glicemico per non far alzare gli zuccheri nel sangue. Deve portare a non contare le calorie, a saper mangiare i carboidrati e ad avere  delle abitudini sane e non pericolose per la nostra salute.

Oltre alla dieta ovviamente, è opportuno per chi soffre di diabete di fare tanta attività fisica. Infatti camminare tanto porta ad abbassare la glicemia.

Il glucosio proviene da due fonti principali i carboidrati contenuti negli alimenti e dalle scorte di fegato. Nel primo caso, negli alimenti si trovano sotto forma di zuccheri, amidi o fibre. Dopo aver ingerito l’alimento, il nostro organismo scompone il carboidrato trasformandolo in zucchero ( tranne la fibra che attraversano l’intestino senza essere scomposte).

Lo zucchero penetra quindi nel flusso sanguigno per poi andare in tutte le cellule e fornire energia.

Due ormoni del pancreas aiutano a regolare il livello di glucosio nel sangue, l’insulina che trasferisce lo zucchero alle cellule, quando nel sangue è troppo alto. E poi abbiamo il glucagone che rilascia lo zucchero dal fegato quando il livello di glucosio nel sangue è basso.

Allarme glicemia, questi alimenti sembrano innocui eppure fanno male

Ci sono ovviamente degli alimenti che si possono mangiare più degli altri. È proprio l’indice glicemico che ci guida e ci fa capire se possiamo mangiare una determinata cosa. Infatti l’indice glicemico di un alimento indica quanto velocemente l’organismo assimila gli zuccheri contenuti rilasciandoli nel sangue.

Da 70 in su è considerato alto. Hanno questo valore principalmente il riso bianco, il riso integrale, le patate, il pane bianco e l’anguria. Mentre è medio da 56 a 69, come il mais, le banane, l’ananas e l’uva passa. Si possono mangiare tutti gli alimenti con un basso indice glicemico, da 55 in giù, come le carote, gli arachidi, la mela, i piselli, il latte scremato, i fagioli e le lenticchie.

Ad esempio uno degli alimenti che mangiamo spesso è la pizza. La pizza ha un indice glicemico molto alto, infatti dovrebbe essere mangiata con moderazione e preferire delle pizze con ingredienti più semplici.