Nessuno lo sapeva, ma alcune piante aromatiche non posso stare vicine

Ci sono delle piante aromatiche che proprio non vanno d’accordo e non possono stare vicine. Quindi facciamo attenzione nel nostro orto. Non pensiamo solo a dare la giusta distanza e ariosità alle piante ma anche a come si influenzano l’una con l’altra. Sotto terra avviene uno scambio di messaggi non sempre benevoli fra le radici delle piante.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Perlopiù sono messaggi che servono alle piante per aiutarsi, collaborare e scambiarsi le proprietà nutrizionali ma a volte sono dei veri e propri proclami di guerra. Purtroppo le piante nel loro territorio agiscono come le persone e possono fare dei dispetti (come richiamare insetti nocivi per un certo tipo di pianta) e provocare la morte alla pianta nemica.

Quando prepariamo l’orto, quindi, non soffermiamoci solamente sugli spazi, il tipo di terreno, l’innaffiatura, la concimazione, eccetera. Sono tutti gesti utili e necessari per il benessere del nostro giardino ma dobbiamo anche sapere quali abbinamenti fare affinché le piante aromatiche crescano in pace e in salute.

Le piante aromatiche che non vanno d’accordo

Sembra quasi assurdo dirlo ma anche le piante hanno le loro simpatie. Il loro linguaggio, nonostante tutti gli anni di studio fatte dai botanici, è ancora piuttosto arcano e misterioso. Però, quello che hanno compreso nel corso di varie piantumazioni fallite o prospere è che certi tipi di pianta non si sopportano a vicenda.

Una bevanda piuttosto gustosa e rinfrescante in estate è versare nell’acqua della camomilla e della menta. Da subito l’organismo riceve la dolcezza e l’invito alla calma della camomilla e le sostanze energizzanti che stimolano la concentrazione e la memoria della menta. La miscela è molto invitante ma non dobbiamo commettere l’errore di associare queste due piante nello stesso spazio.

Menta e camomilla assieme non funzionano perché vicine si rubano i nutrimenti necessari per prosperare, fino a quando una delle due piante inizia a deperire e muore. Potrebbero anche uscire indenni dalla guerra ma nel sottofondo si combatterebbero delle estenuanti battaglie che non porterebbero alcun giovamento.

Bisogna fare attenzione a non dividere lo spazio fra prezzemolo con carote e lattughe. Il prezzemolo deve essere messo in un angolino a parte solo così può prosperare e diventare un condimento aromatico carico di sapore. Questo perché le carote e le lattughe richiamo degli insetti e dei parassiti a cui il prezzemolo è piuttosto sensibile e può essere facilmente attaccato.

Un’altra regola da seguire è quella di non mettere vicino la pianta di basilico con la salvia o la ruta. Nonostante dovessimo lasciare grande spazio tra una pianta e l’altra la ruta e la salvia tendono ad ampliare le proprie radici rubando spazio a chi le sta vicino. Il basilico, poverino, se ne sta rintanato nel suo angolino e può essere inghiottito metaforicamente dalla radici delle altre piante.

Per ovviare al problema della consociazione sbagliata potremo tenere le piante all’interno del vaso così le radici, i parassiti e tutti gli altri problemi relativi ai rapporti fra piante aromatiche non si presenteranno. Il nostro giardino crescerà così in salute e ci darà ciò di cui abbiamo bisogno.