Soffri di colesterolo e hai più di 50 anni? ecco la soluzione

Il colesterolo appartiene alla famiglia dei lipidi o grassi. È una delle principali componenti della membrana cellulare ed è presente in tutti i tessuti, ma in grandi quantità è considerato un nemico del nostro corpo. Infatti se aumenta è considerato uno dei fattori di rischio maggiori per le malattie cardiache. Questo grasso si distingue in buono e cattivo. Quello buono, conosciuto anche come HDL, in cui le lipoproteine favoriscono la rimozione del colesterolo dal sangue e la sua eliminazione attraverso i sali biliari. Mentre in quello cattivo conosciuto anche come LDL, le lipoproteine trasportano l’eccesso di colesterolo dal fegato alle arterie e lo rilasciano nei vasi.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Prima della menopausa le donne hanno dei profili lipidici più favorevoli rispetto agli uomini. Ma con l’inizio della menopausa le cose cambiano, si riducono i livelli di estrogeni nel sangue. Dopo i 50 anni le donne tendono ad avere un aumento del colesterolo totale e del colesterolo trasportato dalle lipoproteine a bassa densità, cioè LDL conosciuto anche come colesterolo cattivo. Questo andrà a depositarsi nei vasi a formare le placche aterosclerotiche.

Inoltre, si va ad abbassare il colesterolo buono, le lipoproteine vengono ridotte e non riescono più a rimuovere efficacemente il colesterolo dai vasi e dagli ateromi.

È considerato colesterolo alto, un valore uguale o maggiore di 240 mg/dl mentre è al limite un valore compreso tra 200 mg/dl e 239 mg/dl, il quale non è considerato ancora “alto” ma ha una buona probabilità di diventarlo, quindi bisogna fare molta attenzione. Cosa fare per cercare di ridurlo e avere una vita sana? Vediamolo insieme.

Soffri di colesterolo e hai più di 50 anni? ecco la soluzione

Per tenerlo sotto controllo, bisogna mantenere il proprio peso forma, quindi chi è in sovrappeso, anche se è difficile, deve cercare di dimagrire. È importante fare tanta attività fisica, almeno 30 minuti 4 o 5 volte a settimana. Si deve mangiare pesce molto spesso, circa 3/4 volte a settimana. Bisogna rinunciare ai grassi animali e ridurre gli zuccheri. Vanno evitati o meglio diminuiti anche i latticini e le carni grasse.

Se queste cose non funzionano, il medico specialista potrebbe anche prescrivere delle pillole in grado di far abbassare il colesterolo. Avere una vita sana è comunque fondamentale, sia per quello ma anche per la possibilità di sviluppare altre malattie cardiovascolari, che possono portare anche ad infarti o ictus.