Ecco la guida completa per ottenere ciclamini colorati naturali

Mantenere una fioritura di ciclamini colorati naturali per un lungo periodo di tempo è possibile solo seguendo determinati trucchetti. Sappiamo bene quanto sia piacevole vedere un balcone o un terrazzo di casa ricoperto di allegri fiori vivaci. Purtroppo però a volte i fiori durano il tempo di un battito di ciglia e l’effetto vivacità sparisce in fretta.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Ciò accade quando le piante non vengono curate in maniera corretta e vengono sopraffatte da vari fattori che ne impediscono la fioritura costante. Per questo è importante conoscere i trucchetti della nonna così da imparare ad amministrare le piante come se fossero dei veri e propri scolari capaci di progredire e crescere nella loro fioritura personale.

Il benessere della pianta è legato alla capacità di riprodurre in modo fedele il suo habitat naturale. Se vogliamo ottenere dei ciclamini colorati per un lungo periodo di tempo dobbiamo seguire i ritmi naturali della pianta. Solo in questo modo potremo garantire un ambiente sano in cui crescere e prosperare.

Ottenere ciclamini colorati e naturali

Per ottenere dei ciclamini colorati e naturali dobbiamo partire dalla base. Dobbiamo dunque assicurare ai nostri ciclamini un terriccio adeguato, un’innaffiatura corretta e un programma nutrizionale efficace. Grazie a questi accorgimenti potremo avere una fioritura costante capace di produrre in modo continuo sempre nuovi fiori.

Il terriccio adatto ai ciclamini è quello universale. Sia che mettiamo a dimora la pianta in giardino o in un vaso, dobbiamo provvedere a formare vari strati di prodotto. Il fondo deve essere predisposto con una base di ghiaia o di argilla espansa. Questi prodotti sono necessari per drenare l’acqua e far sì che non si formino dei ristagni. I ristagni sono deleteri in quanto possono far marcire le radici e di conseguenza far morire la pianta.

La fase successiva è quella dedicata alla distribuzione del terriccio e del concime. Il concime, di origine naturale o industriale, deve essere amalgamato al terreno così che non si presenti in forma più abbondante in una parte rispetto all’altra. In caso sarà necessario rimescolare il terreno almeno una volta ogni due settimane.

Posizione e annaffiatura dei ciclamini

La posizione ideale per i ciclamini è sotto l’esposizione non diretta dei raggi del sole. Se piantiamo i ciclamini in giardino li dobbiamo mettere a dimora in una zona in cui il sole è presente nelle ore meno calde della giornata. L’ideale sarebbe la posizione a mezz’ombra con un’esposizione di massimo 6 ore giornaliere.

Il terreno dei ciclamini deve risultare sempre umido. Quello che non va mai fatto è vaporizzare l’acqua sui fiori perché andrebbero a perdere il colore e si rovinerebbero. Meglio dunque fare un’annaffiatura a immersione posizionando il vaso all’interno di una bacinella con dell’acqua così che la pianta possa assorbire l’apporto idrico di cui necessita.

Quando i fiori e gli steli si saranno seccati bisognerà procedere a estirparli. Se tarderemo a fare questa operazione potrebbe ricadere sulla salute del ciclamino e causare danni anche alle altre parti ancora sane. Eseguiamo dunque una potatura regolare e frequente soprattutto in fase di fioritura della pianta.