ISEE: ecco quali sono le voci da attenzionare per calcolarla

L’ISEE, ovvero l’acronimo di Indicatore della situazione economica equivalente , è un parametro per valutare le situazioni economiche delle famiglie. Grazie a questa domanda possiamo accedere a molte agevolazioni sociali, come bonus famiglia, energia elettrica, assegno unico universale, trasporto e asilo nido. Inoltre, si potrebbe avere una riduzione sulle tasse universitarie, il reddito e pensione di cittadinanza e tante altre ancora.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Per poter ottenere il calcolo dell’ISEE, un membro della famiglia si deve recare al CAF o il Comune o l’Ente che eroga la prestazione agevolata, con una DSU ovvero Dichiarazione Sostitutiva Unica. Questa domanda si può richiedere anche online, da casa.

ISEE: ecco quali sono le voci da attenzionare per calcolarla

I documenti necessari alla presentazione della dichiarazione Isee sono molto numerosi, in quanto relativi ai diversi quadri della DSU: servono i documenti di riconoscimento e i codici fiscali di tutto il nucleo familiare, la documentazione del patrimonio mobiliare e immobiliare, dell’eventuale affitto o mutuo a carico, dell’eventuale condizione di disabilità di uno o più componenti della famiglia, degli eventuali veicoli o imbarcazioni posseduti dai componenti del nucleo, e la documentazione relativa ai redditi prodotti.

Bisogna fare molta attenzione quando si compila la domanda, bisogna infatti compilare tutto e non sbagliare. Bisogna dichiarare ogni cosa, senza omettere niente. Le omissioni potrebbero portare a delle sanzioni, non solo non si potranno più percepire le agevolazioni, ma si rischia di pagare anche una multa salata.

Non c’è da temere però, in caso si sbagli senza volerlo, non ci sarà nessuna sanzione. Si avranno 10 giorni per compilare un’altra domanda così da poter aggiornare l’altra con le cose aggiuntive. Se però, l’omissione è avvenuta volontariamente, magari per accedere a delle agevolazioni che richiedevano una soglia di Isee più bassa, la multa potrà essere anche il triplo dell’agevolazione percepita.

In ogni caso, se la domanda è stata fatta nel modo giusto, l’ISEE si potrà avere massimo entro una settimana.