Miele liquido o cristallizzato? ecco quale scegliere e perché: “Incredibile!”

Il miele è un alimento prodotto dalle api a partire dal nettare o dalla melata.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Le varietà di miele sono davvero infinite, ci sono infatti tanti fattori che influenzano il sapore, il colore e la sua consistenza. Il primo fattore è sicuramente il tipo di pianta o di fiore da cui viene ricavato il polline. Ogni pianta è diversa e le api prendono il polline da più fiori diversi, questo significa che non ci sarà mai un miele prodotto esclusivamente da una sola pianta.

Anche la consistenza può variare in base al fiore da cui deriva. Può essere infatti viscoso, denso o cristallino. Può inoltre, cambiare il colore, che può essere più scuro ma anche più chiaro. Ma è meglio scegliere un miele liquido o cristallizzato? La risposta che sorprenderà tutti.

Miele liquido o cristallizzato? ecco quale scegliere e perché: “Incredibile!”

La cristallizzazione è un processo naturale che rappresenta la sua genuinità. La cristallizzazione è una caratteristica del miele, legata alla sua composizione chimica. Il miele è formato da una quantità maggiore di  zuccheri, rispetto all’acqua, in cui si dovrebbe sciogliere. Questa soluzione è dunque instabile e per arrivare ad una sorta di stabilità c’è bisogno appunto della cristallizzazione degli zuccheri in eccesso.

Gli zuccheri che lo compongono sono il glucosio e fruttosio. Il primo è meno solubile in acqua, rispetto al secondo, quindi più è alta la quantità di glucosio maggiore sarà la cristallizzazione. Infatti, ci sono alcuni tipi di miele che contengono così tanto glucosio che tende a solidificare direttamente nel favo. I mieli con più fruttosio, invece, cristallizzano più lentamente.

Un altro fattore da considerare è l’acqua. Maggiore è la concentrazione, minore sarà la cristallizzazione del miele. Ovviamente non si possono aggiungere quantità eccessive di acqua.

La cristallizzazione quindi non è un difetto ma semplicemente ne conferma la naturalità e autenticità e testimonia che il miele non ha subito trattamenti industriali.

Bisogna dire che alcuni mieli, soprattutto quelli del supermercato non si cristallizzano, ma rimangono liquidi e questo non è un bene perché significa che il prodotto ha subito trattamenti come fusione o pastorizzazione ad alte temperature perché, una volta scaldato a più di 45°C, non si formeranno mai più cristalli.