POS, fai sempre questa cosa prima di pagare: “attenzione”

Ormai tutti i commercianti, nei negozi mettono a disposizione il POS per permettere al cliente di pagare come meglio preferisce. Già dal 2016, si voleva rendere obbligatorio, anche con varie sanzioni, ma la cosa non è andata a buon fine. Oggi però, sono molti che usano le carte di credito o di debito e lo stato ha deciso di renderlo di nuovo obbligatorio dal 30 giugno di quest’anno. Con il pagamento al pagamento con POS è possibile anche ottenere del credito d’imposta.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

POS, fate sempre questa cosa prima di pagare: “attenzione”

Il POS è un dispositivo noto anche come terminal, che permette di effettuare pagamenti elettronici mediante carte di debito, carte di credito o carte prepagate così i commercianti o i liberi professionisti possono accettare pagamenti elettronici, oltre ai contanti e cartamoneta, e quindi potenzialmente aumentare le vendite in quanto ogni cliente ha le proprie esigenze.

Esistono vari tipi di POS, ma il più usato è sicuramente quello contactless, dove non c’è bisogno di inserire nessuna carta, ma basta solo appoggiarla sopra e la transazione andrà in automatico. Si deve fare attenzione quando si paga con questo metodo perché la transazione non si può annullare e sotto una certa soglia si avvia direttamente. Quindi è importante controllare bene l’importo scritto.

Se per caso la linea non dovesse andare e vediamo una transazione negata, è meglio conservare lo scontrino perché a volte succede che la transazione avviene lo stesso. Con lo scontrino di mancata transazione si ha una prova e si può contestare.

Con i POS portatili possono avvenire anche delle truffe e bisogna stare attenti. Quando si ha una carta di credito abilitata a questo tipo di transazione, è opportuno comprare degli appositi portafogli così da bloccare tutte le transazioni. Si possono mettere anche dei fogli di allumino all’interno del portafoglio, così da avere lo stesso effetto e non spendere soldi.