Ecco la lista ufficiale di cosa NON bere se soffri di pressione alta

La pressione alta è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo di malattie cardiovascolari. In media colpisce ben 1,2 miliardi di individui in tutto il mondo ma questo numero negli ultimi 30 anni è sempre in aumento. Oggi vedremo quali bevande è consigliato non bere per evitare valori alti di pressione sanguigna nelle arterie.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Ecco la lista ufficiale di cosa NON bere se soffri di pressione alta

Partiamo con una bevanda sviluppata e amatissima nel mondo, il caffè. Al suo interno, esso contiene più di mille componenti chimici, anche se la sua composizione possa variare in base ad alcuni fattori.

Il principale componente del caffè, la caffeina è senza dubbio la sostanza più famosa, alla quale vengono conferite diverse e molteplici proprietà. Ma vediamo ore quale correlazione vi è tra caffè e ipertensione.

Le persone che soffrono di ipertensione possono concedersi il caffè in maniera quotidiana, purché in quantità molto moderate. Il consumo di questa bevanda, nelle quantità comprese tra una e tre tazzine al giorno, appare rappresentare l’equo compromesso per le persone che soffrono di pressione alta.

Altre bevande da evitare con picchi di pressione alti sono ovviamente quelle alcoliche. Anche se possiamo dire che è provato che piccole quantità di alcol possono aiutare a proteggere dai problemi al cuore. Un consumo eccessivo di alcolici però può aumentare e non poco i livelli di trigliceridi nel sangue, portare a ipertensione e tormenti cardiovascolari.

Indipendentemente dal tipo di bevanda (vino, birra, superalcolici) ipertensione e mortalità cardiovascolare aumentano in proporzione al consumo e all’abuso di alcol. Questa associazione tra alcol e pressione alta si scruta quando il consumo giornaliero abituale supera i 20 grammi di alcol, che corrispondono all’incirca a 200 ml di vino (1-2 bicchieri per intenderci), a 400 ml di birra (2-4 bicchieri), o a 50 ml di superalcolico (1-2 bicchierini).

Bere in maniera regolare e responsabilmente è una buona regola da osservare per prevenire problemi di ipertensione arteriosa e anche prepararsi quando la pressione arteriosa ha superato i cosiddetti “limiti di sicurezza”.

Si è  visto che la pressione arteriosa comincia a diminuire e scendere già dopo alcuni giorni dalla riduzione dell’assunzione di alcol e alcolici.