Le rose in vaso si risvegliano in primavera: come aiutarle

Le rose in vaso in primavera si risvegliano dal riposo vegetativo e iniziano ad uscire le prime foglioline. Per aiutarle e garantirne una nuova fioritura rigorosa bisogna avere alcuni accorgimenti. Vediamo insieme cosa fare per aiutarle.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Le rose in vaso si risvegliano in primavera: come aiutarle

La prima cosa da fare è la potatura. In climi miti può essere fatta già alla fine dell’autunno, mentre nei posti più freddi bisogna aspettare la fine dell’inverno, andrebbe bene a fine marzo.

La potatura serve per rinvigorire la pianta e sistemare la forma. Bisogna utilizzare uno strumento molto affilato e pulito. Deve essere disinfettato molto bene così da evitare malattie. Si deve cominciare col tagliare i rami a metà, questo li rafforzerà e le gemme saranno più vigorose.

Devono essere eliminati del tutto invece i rami deboli, quelli troppo contorti o lesionati, quelli vecchi e quelli secchi. Il taglio deve essere eseguito in maniera netta, subito al di sopra di una gemma.

Se la pianta è diventata troppo grande o se la terra non è stata sostituita da 1-2 anni, deve essere rinvasata. Questo perché il terreno non ha più le sostanze nutritive necessarie per far crescere in modo sano la pianta. Questo si deve fare anche se si fa uso di fertilizzanti dato che non è sempre sufficiente per soddisfarla.

Dopo aver svasata la pianta,  si deve districare l’apparato radicale per eliminare i residui di terra vecchia. Sul fondo del vaso si deve mettere dell’argilla espansa, per aiutare il drenaggio dell’acqua.

Poi aggiungere del terriccio fertile e mettere la pianta al centro, per poi riempire tutto il vaso. Non si deve lasciare aria nel caso, quindi bisogna comprimere il più possibile. Poi bisogna annaffiarla abbondantemente.

Per proteggere la pianta da un eccessiva evaporaziome dell’acqua e dalla crescita di erbacce infestanti si può fare anche una pacciamatura attorno alla rosa. La pacciamatura si può dare di foglie secche o di frammenti di corteccia.

Le rose vanno bagnate principalmente al mattino e per dare maggiori nutrienti alla pianta si può usare anche un fertilizzante liquido specifico per le rose.

Bisogna stare attenti anche alle malattie, che potrebbero infettare anche le altre piante.