Lumache sulle piante: come allontanarle per proteggere le foglie

Le lumache sulle piante possono provocare dei notevoli danni alla nostra coltivazione in orto pertanto dobbiamo intervenire subito. Nonostante la loro dolcezza e simpatia tendono ad amare quanto noi le piante del nostro orto diventandone dei clienti abituali, banchettando felici e indisturbate le foglie degli ortaggi.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Le foglie rovinate compromettono la coltivazione soprattutto se consumiamo anche noi le foglie. In particolare, hanno gli stessi nostri gusti culinari per cui sono golose di piante a foglia larga e verde come la lattuga, le foglie delle rape, dei cavolfiori, eccetera. Disdegnano invece i fiori e quindi possiamo salvare i fiori di zucca.

Anche se ci concedono il lusso di sfruttare i fiori a nostro piacimento, le lumache sulle piante sono comunque fastidiose. Bisogna quindi agire in modo efficace adottando degli accorgimenti di tipo naturale così da evitare che infestino i nostri giardini. Volendo possiamo relegare un angolino del nostro orto a loro dedicato, così da accontentare anche le loro misere esigenze.

Eliminare le lumache sulle piante in modo naturale

Le piccole devastatrici potranno essere tenute a bada seguendo dei metodi naturali. In commercio esistono dei prodotti chimici capaci di allontanare le lumache dalle piante ma i loro residui finiscono sul terreno di coltivazione delle nostre piante. Di conseguenza, questi pesticidi finiscono sui nostri piatti e finiamo per ingerirli inconsapevolmente anche noi.

Le lumache sono ingorde di vegetali, si nutrono solo con quello, e si muovono in massa quando il terreno è umido a seguito della pioggia o dell’irrigazione e nelle ore serali. Lasciano delle tracce inequivocabili: quelle strisce bianche di bava che segnano dei veri e propri sentieri. Amano in modo particolare le foglioline appena spuntate e i germogli.

Se attaccano le nostre piante in questa fase delicata della crescita rischiano di compromettere definitivamente il raccolto. Una soluzione ideale è quella di posizionare la sera un piccolo contenitore con all’interno una scorta di crusca. Per le lumache la crusca è come un appetitoso tiramisù e la consumano con voracità.

La mattina, quando andremo a controllare, potremo rimuovere le ghiottone e spostarle lontano dal nostro orto. Così avremo contribuito a rimpinzarle di cibo ma non a nostro discapito. Un’altra soluzione è quella di miscelare acqua, succo di uva e zucchero creando un composto colloso e non troppo liquido. Funzionerà come la crusca e potremo procedere all’allontanamento degli animaletti.

Altre soluzioni naturali

Se non vogliamo nutrire le lumache possiamo cospargere il terreno di sostanze che loro non sopportano. Per esempio i fondi di caffè, il sale, la cenere, la segatura e la sabbia. Ma anche sostanze più grossolane come i gusci di noce e nocciole o quelli di uova. Basterà sistemarli in modo da delineare i confini entro cui non devono entrare.

Essendo composte di materia molle le lumache non possono varcare questi confini senza tagliuzzarsi o sporcarsi con sostanze leggere. Seguendo questi metodi potremo creare una sorta di convivenza pacifica tra noi e le lumache e garantire la sicurezza al nostro orto. Magari potremo lasciare qualche fogliolina avanzata come premio anche a loro!