Se mangi questo frutto prima di dormire dormirai da Dio: “Incredibile!”

Con questo frutto dormirai da Dio grazie all’alta concentrazione di melatonina, la sostanza che favorisce il sonno. Senza troppi giri di parole stiamo parlando della fragola: un frutto di stagione dalle proprietà nutrizionali importanti per il benessere del nostro organismo. Grazie a un consumo regolare potremo vantare sonni lunghi e profondi così da risvegliarci al mattino ricaricati di energia.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

La fragola in realtà non è un frutto ma un composto di frutta assemblata dai semini che vediamo all’esterno e che per alcuni risultano fastidiosi. Cresce da maggio a settembre e a volte anticipa o tarda la produzione in base alla temperatura esterna. Se fa caldo e c’è il sole la piantina di fragola continua a produrre frutti.

Il rossore tipico della fragola è provocato dai raggi del sole che le dona quel colorito vivace. Nelle giornate di pioggia, infatti, le fragole mantengono un colorito biancastro-rosato perché è mancata l’influenza benefica del sole. Oltre al colore il sole dona anche la dolcezza al frutto: per questo dobbiamo mangiare solo le fragole rosso vivo.

Questo frutto ti fa dormire

La ghiandola pineale secerne una sostanza chiamata melatonina. È lei a regolare i cicli sonno-veglia e la responsabile dell’insonnia. Quando nel nostro organismo abbiamo un giusto apporto di melatonina dormiamo da Dio ma se ne produciamo troppo poca cominciano i problemi del sonno. Fortunatamente, possiamo integrare la melatonina per mezzo di integratori naturali o con il cibo.

Il miglior alimento che fornisce la melatonina è la fragola, la quale deve essere consumata fresca. Se la cuociamo per realizzare uno sciroppo o una marmellata perde in parte queste proprietà. Meglio allora consumarla cruda o al massimo in forma liquida. Possiamo creare dei frullati dissetanti e sfiziosi abbinando altri tipi di frutta che contengono altre proprietà nutritive.

Per esempio, possiamo creare un frullato di frutta e verdura inserendo fragole, spinaci e banane. I spinaci non avranno un gusto predominante ma anzi sarà proprio il gusto acidulo e dolciastro della fragola a prevalere su tutti. In compenso, gli spinaci contengono la vitamina B6 e il ferro, capaci di stimolare la produzione della melanina e anche della seratonina.

La banana, invece, grazie ai suoi minerali essenziali come potassio, fosforo e soprattutto magnesio fungerà da rilassante per i muscoli alleviando il senso di stress e irascibilità. Anche le banane contengono una piccola parte di melanina che assemblata alle fragole darà un impulso importante all’apporto necessario.

Controindicazioni delle fragole

Le fragole non sono digeribili per tutti allo stesso modo e possono provocare la gastrite e la colite. Ovviamente questo avviene se si è preposti alle patologie o a seguito di un consumo esagerato. Ma possono provocare anche delle forti allergie a causa della presenza di istamina. Le conseguenze sono malessere, orticaria, irritazione della mucosa labiale e perfino dermatiti e febbri.

Infine, se le fragole vengono acquistate al supermercato o dal fruttivendolo vanno sempre lavate con molta attenzione e cura. Il rischio è quello di prendere la toxoplasmosi, una malattia debilitante e pericolosa causata dal concime animale presente nei terreni.