piante appartamento

Miglior vaso per le piante: ecco quale devi scegliere

Il vaso per le piante va scelto in base all’esigenza e al numero di presenze che vogliamo destinare allo spazio. Se vogliamo riempire il balcone di casa sarà necessario mettere a dimora più piante, solo così potremo avere una fioritura scenografica e colorata che attirerà tutti gli sguardi dei vicini e dei passanti.

Ma a parte i nostri desideri bisogna anche considerare lo spazio di crescita delle piante. Certi fiori, infatti, hanno bisogno di avere spazio per far crescere le radici mentre altri non hanno questa particolare esigenza. In seno alla questione dovremo anche fare attenzione a collocare le piante a una giusta esposizione solare affinché non patiscano troppo o poco sole.

Insomma, non è molto semplice decidere qual è il miglior vaso per le piante però se abbiamo un minimo di conoscenza generale potremo destreggiarci ad acquistare diversi modelli di contenitori e di piante. Seguiamo allora i consigli dell’esperto che ci saprà indicare la messa a dimora migliore per le nostre piccole amiche vegetali.

Miglior vaso per le piante, quale scegliere?

Ci sono dei fattori che vanno valutati prima di procedere a indicare quale sia il miglior vaso per le piante. Bisognerà valutare, infatti, il materiale con il quale è composto il vaso, la forma e le dimensioni, il colore e l’aspetto visivo. Un’occhio di riguardo dovrà poi essere dato ai sottovasi che sono dei componenti fondamentali per le piante da interni, terrazzi e balconi.

Esistono vasi per le piante in diversi materiali. I classici sono quelli in terracotta ma esistono anche le varianti in plastica, in rattan, in ceramica, in metallo, in legno, in pietra e in vetro o resina. Tutti questi elementi sono piuttosto decorativi ma alcuni non sono adatti alle piante. La terracotta è un materiale che lascia traspirare le radici della pianta e mantiene la temperatura uniforme del terriccio. La plastica, invece, tende a surriscaldarsi sotto il sole e può provocare danni alla pianta. Lo stesso discorso vale per il metallo mentre gli altri materiali mantengono mediamente l’uniformità della temperatura. Quindi, se le tue piante si trovano su un luogo soleggiato tutto il giorno meglio scegliere materiali che non si surriscaldano.

Le dimensioni del vaso dipendono esclusivamente dall’esigenza della pianta. Alcune radici come la lavanda hanno bisogno di proliferare, mentre altri fiori più piccoli come le viole non hanno bisogno di tanto spazio. Teniamo come misura standard una distanza di 20 centimetri tra una pianta e l’altra e una profondità di almeno 10 centimetri.

La forma, il colore e l’aspetto visivo sono componenti che riguardano prettamente l’estetica. Ci sono delle soluzioni salvaspazio e quelle più estese così da catturare l’intera grandezza del balcone. Il colore è un fattore di valutazione sia per gli interni che per gli esterni ma assume una maggiore valenza all’interno della casa. Ciò non influisce con il ciclo di vita della pianta ma può servire a enfatizzare i colori di una fioritura.

Infine, dobbiamo abbinare dei sottovasi che si adattino alle dimensioni del vaso così da non creare ristagni di acqua che sono sempre deleteri per le piante.