Se hai questo gettone telefonico sei ricco sfondato: ecco quale

L’idea di utilizzare un gettone privo di valore nominale al posto delle monete in un utilizzo specifico risale a circa un secolo fa: nelle prime decadi del Novecento infatti con le prime forme di telefono che prevedevano un funzionamento “a pagamento” rapidamente si è arrivati a concepire il gettone telefonico, che di fatto sostituisce le monete. In un’epoca molto distante concettualmente da quella attuale dove il telefono rappresentava una sorta di lusso nonchè strumento all’avanguardia, questo oggetto ha costituito una necessità per milioni di italiani che hanno fatto largo uso di questi strumenti fino a poche decadi fa. Il gettone telefonico ha subito la più grande diffusione a partire dalla seconda metà del 20° secolo.

gettone telefonico

Se hai questo gettone telefonico sei ricco sfondato: ecco quale

Esattamente come nel caso delle monete, anche i gettoni telefonici risultano collezionbili, e già sono stati percepiti come tali da molto prima della loro dismissione definitiva, che è coincisa con la fine del Novecento. La standardizzazione del gettone è avvenuta in un contesto specifico per il nostro paese, ossia nel 1959, agli inizi del boom economico e con la Sip che di lì a poco avrebbe acquisito l’intero sistema di comunicazione telefonica del paese, inglobando le società telefoniche presenti in periodi antecedenti.

Quelli “pre” 1959 infatti erano diversi dal tipico gettone con le scanalature, ed avevano un aspetto molto divrso a seconda delle zone di appartenenza. Un esempio di gettone raro è costituito da quello realizzato dalla TETI negli anni 30, un vero “pezzo da collezione”, oggi molto raro sopratutto in eccellenti condizioni, data l’età e la scarsa diffusione di telefoni pubblici all’epoca.

In particolare, il riferimento va al gettone realizzato in zinco, che conferisce un aspetto zigrinato su una delle due superfici. In buon condizioni questo “pezzo” vale circa 100 euro, ma se le condizioni sono pari al nuovo, il valore può più che raddoppiare.

gettone telefonico