Limone, aceto o pomodoro: quale agente è migliore per lavare i piatti? ecco la risposta

Limone, aceto o pomodoro: quale agente è migliore per lavare i piatti? Scopriamo all’interno dell’articolo qual è la soluzione più efficace. Esistono molti modi diversi per pulire i piatti sporchi. L’aceto e il succo di limone sono entrambi acidi e possono essere utilizzati per eliminare il grasso. L’acidità di questi liquidi aiuta anche a uccidere i batteri che potrebbero rimanere sulle stoviglie dopo il risciacquo.


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

In un test condotto dalla rivista Real Simple, i ricercatori hanno scoperto che il lavaggio con aceto era più efficace del succo di limone nel rimuovere il cibo incrostato da piatti e ciotole. Sia l’aceto che il limone riducono i germi lasciati sui bicchieri, ma il limone è meno efficace dell’aceto nell’eliminare il grasso.

Tuttavia, nessuno dei due funziona bene come l’acqua calda e il normale sapone per i piatti. Invece di usare il limone o l’aceto per i nostri piatti, potremmo provare una combinazione di salsa di pomodoro e sale per ottenere un risultato ancora migliore. Questo aiuterà anche a eliminare gli odori dalle stoviglie dopo averle lavate.

Succo di limone

Il succo di limone è un ottimo detergente completamente naturale. Il suo PH basico trae in inganno perché sembra un prodotto acido ma in realtà è un’acidità che non corrode e invece purifica e disinfetta. Per questo motivo il succo di limone viene utilizzato non solo per la pulizia delle stoviglie ma anche per quella della pelle e della casa in generale.

È ottimo per rimuovere le macchie da diverse superfici della casa, tra cui legno, marmo e tessuti. È possibile utilizzare il succo di limone anche per pulire l’argenteria, in quanto è ottimo per rimuovere le macchie e uccidere i germi. Infine, il succo di limone è efficace anche per pulire e disinfettare le spugne da cucina.

Aceto o pomodoro?

L’aceto è un detergente che ben conosciamo sia per pulire le stoviglie che per disinfettare i pavimenti. Può rimuovere la schiuma di sapone dalle piastrelle del bagno e i residui di sporco dal lavello della cucina. Si può usare anche per pulire e far brillare le superfici, come i piani di lavoro della cucina. Si può usare l’aceto anche per pulire le finestre, soprattutto se sono coperte da molta polvere o sporcizia. Basta mescolare l’aceto con l’acqua e usare un panno pulito per pulire i vetri.

E per quanto riguarda il pomodoro? Sappiamo tutti che la salsa di pomodoro è ottima per cucinare, ma può essere usata anche per pulire la cucina e il bagno. La salsa di pomodoro è una candeggina naturale e può essere usata per pulire e disinfettare le piastrelle del bagno. Può essere utilizzata anche per pulire il lavello della cucina, in quanto può rimuovere macchie, odori e sporcizia.

Tra i tre prodotti chi vince?

In realtà non c’è un solo vincitore ma tutti e tre i prodotti – limone, aceto o pomodoro – hanno una capacità pulente differente. L’aceto e il succo di limone rimuovono il grasso. Il pomodoro ha un effetto pulente sorprendente e aiuta a rimuovere gli odori dalle stoviglie.