Attenzione ai tarli: ecco come evitarli e salutarli per sempre

Siamo “costretti” a condividere la nostra vita e anche i luoghi dove viviamo, inclusa la nostra casa con altre specie animali, che nella maggior parte dei casi dal punto di vista della “comparsa” sul pianeta, esistevano prima di noi. Sono sopratutto gli insetti ed i piccoli animali ad essere considerati gli ospiti più sgraditi, sopratutto quando questi hanno “l’abitudine” di vivere direttamente nelle nostre case. I tarli sono conosciuti per essere molto diffusi ed “operativi” in relazione alle strutture di legno, fanno parte della famiglia dei coleotteri, e l’azione delle larve che si nutrono di legno è visibile con la comparsa di fori di circa 2 millimetri di diametro nel legno. La larva prosegue il proprio sviluppo fino a diventare grande circa mezzo centimetro al di fuori del legno, e le più pericolose sono ovviamente le femmine che nel corso del loro ciclo vitale possono deporre fino a svariate decine di uova. Ma come difendersi dai tarli?


Leggi anche:[wp-rss-aggregator ]

Attenzione ai tarli: ecco come evitarli e salutarli per sempre

Esistono varie soluzioni completamente naturali che possono essere implementate in modo semplice per ottenere un’azione “repellente” nei confronti di questi insetti. E’ possibile ad esempio sviluppare una sorta di “lozione” da stendere direttamente sui mobili utilizzando una spugna formata da  1 litro d’acqua, 250 ml di aceto bianco e 2 cucchiai di lavanda, un naturale “repellente” per i tarli. Il tutto andrà lasciato “riposare” per almeno una notte  successivamente utilizzata direttameente sui mobili.

Anche l’utilizzo di sacchetti pieni di aglio, bucce di agrumi essiccati (come limone e arancia). Altrettanto efficace è la cannella, sia in polvere (sempre nei sacchetti) ma anche in stecche da tenere nei mobili e nei cassetti costituiscono un eccellente modo per “allontanare” questi insetti, così come i chiodi di garofano che costituiscono grazie all’aroma inconfondibile, qualcosa di estremamente sgradevole per i tarli.

Sarà sufficiente porre una piccola quantità di chiodi di garofano negli angoli dei nostri mobili.

tarli