Se sei in Sicilia devi assolutamente vedere questa cascata meravigliosa

La Sicilia è una delle mete prescelte per le vacanze estive. Ricca di luoghi da scoprire, è capace di regalarvi esperienze del tutto suggestive e mozzafiato. Immersa nel Parco dei Nebrodi, si trova la cascata del Catafurco. I Nebrodi custodiscono le più importanti ed estese formazioni boschive dell’intera Sicilia. Inoltre, lo spettacolo del quale si gode al cospetto della cascata è magnifico quanto quello che si ammira lungo il tragitto per raggiungerla. Un pizzico di fortuna da parte del meteo e non te ne pentirai.

Come arrivare alle Cascate

Venendo da Messina, basta percorrere l’autostrada A20 in direzione Palermo ed uscire a Sant’Agata di Militello. Da qui bisogna entrare nell’omonimo paese e seguire le indicazioni per Galati Mamertino. Entrati a Galati, seguite la segnaletica stradale verso Alcara Li Fusi. Per arrivare al punto di partenza dell’escursione bisogna recarsi nella frazione di Galati Mamertino San Basilio. Da qui, bisogna imboccare Portella Gazzana.

Se sei in Sicilia devi assolutamente vedere questa cascata meravigliosa

A partire da Portella Gazzana inizia un percorso naturalistico che si snoda attraverso diversi punti di interesse. Il primo è il caratteristico e disabitato villaggio agro-pastorale di Mulisi, sovrastato da un’imponente roccia. Da questo punto in poi si procede a piedi totalmente immersi nella natura accompagnati da un panorama mozzafiato fino al raggiungimento della meta: delle cascate di una bellezza disarmante che non ci si aspetta di vedere. Al di sotto, facendo solo qualche passo, si può ammirare una piccola grotta, al cui interno è oggi presente una piccola statua che rappresenta la Madonna.

La cavità naturale prima della cascata

Pochi passi prima della cascata, troverai una piccola cavità naturale sulla parete rocciosa attraversata da una piccola cascatella di debolissimo flusso: sono Le Lacrime di Maria. Secondo i racconti popolari del luogo, una notte due fanciulle del paese fecero lo stesso sogno, che nella cavità ci fosse la presenza della Madonna; il giorno seguente le due ragazze si diedero da fare affinché in quella piccola grotta ci potesse essere per davvero una statuetta dedicata a Maria.

Lo spettacolo naturale

Una volta finito il percorso ecco infine il Catafurco, uno spettacolare salto d’acqua alto 30 m. lungo il corso del torrente San Basilio. L’acqua si getta tra le pareti rocciose a strapiombo in una grande piscina naturale chiamata “Marmitta dei Giganti”.  Ti consigliamo di visitarla soprattutto in estate quando ti sarà possibile tuffarti tra le acque limpide del suo bacino, ma ti assicuriamo che questo è un luogo affascinante proprio in tutte le stagioni.