Ecco i 10 palazzi storici più belli della Sicilia: la lista completa

La Sicilia è una delle mete più scelte per ogni tipo di vacanza. Questa terra è una ricca di storia e di tantissime cose da vedere e scoprire. Vediamo dieci di alcuni dei palazzi storici più belli della Sicilia.

Palazzo Nicolaci di Villadorata

In stile puramente barocco e con circa 90 stanze, su progetto attribuito a Rosario Gagliardi, risale ai primi decenni del 1700. Il palazzo è decorato da diverse balconate con decorazioni magnificamente realizzate e rinchiuse dalla sinuose inferriate ricurve. Tutto da ammirare.

Palazzo Alliata di Villafranca, Palermo

Gli Alliata erano un’antica famiglia di origine pisana trapiantatasi a Palermo attorno al 1300. Erano riusciti ad inserirsi nella “èlite” del patriziato cittadino riuscendo in tal modo ad occupare le più importanti cariche pubbliche a Palermo e nell’apparato amministrativo del regno di Sicilia. Una vera e propria esibizione di bellezza da ammirare tutta d’un fiato.

Palazzo drago Airoldi, Palermo

Si trova nel cuore del centro storico di Palermo. Si tratta di una delle dimore settecentesche più interessanti della città, che custodisce al suo interno pregevoli opere d’arte e storiche stratificazioni. Ammirando gli interni, ci si lascia trasportare dalla magnificenza dei saloni, distribuiti ad enfilade, dagli splendidi affreschi e dagli arredi, che raccontano gli usi e i costumi della nobiltà siciliana.

Palazzo Biscari, Catania

Il più importante Palazzo privato di Catania e preziosa testimonianza del barocco siciliano. I saloni affrescati ricchi di fascino ed eleganza, rappresentano uno splendido scenario per concerti, meeting, ricevimenti, serate di gala, sfilate di moda. Una visita da non perdere.

Palazzina Cinese, Palermo

La Palazzina Cinese rappresenta uno dei monumenti più curiosi della città di Palermo. Situata all’interno del grande parco della Favorita, questo splendido gioiello architettonico di metà Ottocento fu voluto dal re borbone Ferdinando III durante la sua permanenza in città. Questo piccolo scrigno architettonico vi sorprenderà per la sua stravaganza ma anche per il contrasto tra gli stili e le decorazioni molte delle quali ispirate al classicismo di Pompei ed Ercolano.

Palazzo dei Normanni, Palermo

Il Palazzo dei Normanni a Palermo, è la più antica residenza reale d’Europa, oggi sede dell’Assemblea regionale siciliana. Precedentemente, è stata la dimora dei sovrani del Regno delle due Sicilie e sede imperiale con Federico II e Corrado IV.

Palazzo Abatellis, Palermo

Questo splendido palazzo sorge nell’antico quartiere della Kalsa, lungo una delle strade più antiche e rappresentative della città. Palazzo Abatellis fu progettato adottando elementi innovativi per la cultura architettonica siciliana del tempo. Tutto da ammirare nel suo massimo splendore.

Palazzo Pretorio, Palermo

Il Palazzo Pretorio noto  anche  come  Palazzo delle Aquile o Palazzo di Città, risale  al 1470. Il suo ingresso principale si trova nel sito urbano più suggestivo e rappresentativo di Palermo, a Piazza Pretoria, sede dell’omonima e bellissima fontana, un’altro ingresso lo troviamo sul piano San Cataldo. Inoltre, a Santa Rosalia è dedicata una cappella, in stile barocco, che si trova al piano nobile, proprio nella stanza che precede la stanza del Sindaco.

Ecco i 10 palazzi storici più belli della Sicilia: la lista completa

Palazzo Asmundo, Palermo

La costruzione di questo edificio risale al 1615. Oggi il Palazzo è stato suddiviso in più parti ed ha diversi proprietari. Tra queste c’è la famiglia Martorana, che ha trasformato alcune stanze in un museo che espone quadri, ceramiche, antiche maioliche, carrozze e documenti storici. Oltre alle opere in mostra è possibile sia assistere a diversi spettacoli che vengono organizzati all’interno del palazzo, sia ammirare le opere d’arte presenti nell’edificio.

Palazzo Spadaro, Scicli

Palazzo Spadaro apparteneva alla famiglia Spadaro, di origine modicana e trasferitasi a Scicli nel XVII secolo. Si tratta di una meraviglia architettonica costruita a più riprese. Lungo la facciata corrono otto balconi con inferriate panciute in ferro battuto – così costruiti per rendere più comodo l’affaccio alle dame con i loro sontuosi vestiti d’epoca – con importanti decorazioni geometriche e floreali. Per non parlare die meravigliosi interni tutti da scoprire.