Bonus animali 2022: ecco come ottenre i 200 € per curare i tuoi amici pelosi

Per quest’anno è stato confermato il Bonus animali 2022, per agevolare nelle spese per i nostri amici a quattro zampe. Lo sconto va da un minimo di 150 euro ad un massimo di 200 euro, ma solo con alcuni requisiti. Ma come ottenerlo?

Come funziona il bonus

Come è sempre risaputo, accudire un cane o un gatto comporta, ai giorni d’oggi, un esborso monetario notevole. A rientrare nel bonus, sono le spese legate alle visite veterinarie a pesare in maniera importante sul bilancio familiari. In aggiunta alla detrazione fiscale del 19% riconosciuta a livello centrale, è offerta ai proprietari di animali domestici, come cani e gatti, la possibilità di accedere ad un Bonus 200 euro a titolo di rimborso sulle spese veterinarie sostenute dagli stessi per garantire ai propri animali di compagnia la giusta cura e assistenza.

In che cosa consiste?

Il Bonus animali 200 euro, è frutto di un’iniziativa pensata da un Comune italiano. Comuni e Regioni possono infatti intervenire per introdurre Bonus, sussidi e contributi, da destinare esclusivamente ai cittadini residenti nel proprio territorio. Per poter usufruire del Bonus 200 euro è indispensabili aver iscritto il proprio amico a quattro zampe all’ARAA, ossia l’Anagrafe Regionale degli Animali d’Affezione. La necessità di rispettare una soglia ISEE piuttosto bassa mette in evidenza l’intendo dell’amministrazione comunale di voler estendere il Bonus a quanti più beneficiari possibili, in modo da aiutarli nelle spese da sostenere per il benessere dell’animale domestico posseduto.

Bonus animali 2022: ecco come ottenre i 200 € per curare i tuoi amici pelosi

Come presentare la domanda

La domanda per richiedere il riconoscimento del Bonus 200 euro, introdotto dal Comune di Modena a favore dei proprietari di cani e gatti, va presentata nel sito appositamente creato dall’ente per l’accoglimento delle istanze. L’accesso al portale è autorizzato solo tramite SPID oppure CIE (Carta d’Identità Elettronica). Per quanto concerne le spese, invece, è necessario dimostrare il loro sostenimento nell’arco di tempo già indicato ossia dal 1°marzo 2020 al 30 settembre 2022. Il contributo erogabile ammonta ad un massimo di € 150,00 per animale. Ogni famiglia può fare richiesta di contributo per massimo due animali. Nel caso in cui il cane o il gatto sono stati adottati in un canile del Comune, l’ammontare massimo erogabile è di massimo di 200,00 euro per ogni animale.

Altre agevolazioni

L’agevolazione in questione consiste in una detrazione del 19% su una spesa massima di 550 euro. Ciò significa che si può avere un bonus fiscale di un massimo di 80 euro, naturalmente a patto che tutti i pagamenti siano tracciabili o che si presentino regolari ricevute fiscali per le spese sostenute. Spese come le cure mediche veterinarie, analisi di laboratorio, interventi chirurgici e medicinali prescritti.