Acqua del mare contaminata in Sicilia: ecco dove fare attenzione

La Sicilia è una delle destinazioni principali quando si parla di vacanze estive. Per quanto siano state premiate diverse spiagge per la loro limpidezza e bellezza, vi sono anche dei luoghi dove c’è acqua contaminata. Ecco dove prestare attenzione!

Quattro punti inquinati tra Palermo, Terrasini e Trappeto

Nell’indagine di Goletta Verde sono risultati fortemente inquinati nella provincia di Palermo. In particolare, il punto presso via Messina Marine 391/a presso lo sbocco dello scarico in via Diaz a Palermo città. A Terrasini fortemente inquinato il lungomare Peppino Impastato presso la spiaggia della Praiola, così come fortemente inquinato è anche il punto tra Terrasini e Trappeto, località contrada San Cataldo, presso la foce del torrente Nocella. Poco più in là, sempre nel comune di Trappeto in località S Cataldo, ance il punto presso la foce del torrente Pinto.

Agrigento, attenzione alle foci dei fiumi

Ad Agrigento sono invece tre i punti fortemente inquinati individuati, uno nel comune di Licata alla foce del fiume Salso, uno nel comune di Palma di Montechiaro, foce del fiume Palma e uno nel comune di Sciacca, località Stazzone, foce del torrente Cansalamone. Fortemente inquinato anche il punto analizzato nella provincia di Trapani a Castelvetrano, nella frazione di Marinella di Selinunte presso lo scarico del depuratore. Un altro punto inquinato individuato, si trova nella provincia di Messina a Barcellona Pozzo di Gotto, località Catone, foce del torrente Patrì. Nella provincia di Catania, infine, l’unico tra i tre luoghi analizzati risultato fortemente inquinato è appunto nel comune di Aci Castello, il lungomare Galatea di Aci Trezza.

Acqua del mare contaminata in Sicilia: ecco dove fare attenzione

Mare inquinato ai Giardini Naxos

Il sindaco di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi, ha emanato un divieto temporaneo di balneazione in tre punti della costa giardinese. In particolare il divieto è in vigore in zone frequentate dai bagnanti e precisamente: alla foce del torrente San Giovanni, alla foce del torrente Santa Venera e allo sbocco del canale Recanati. Il Comune sta predisponendo i cartelli coi divieti. L’ analisi delle acque dovrà essere ripetuta per altre due volte nella speranza che i valori di inquinamento possano rientrare nella norma e consentire nuovamente la balneazione.

Niente bagno a Barcarello, Palermo

Per i palermitani e i turisti che scelgono di trascorrere queste giornate a Barcarello, è una notizia terribile. Le indagini hanno rilevato un alto tasso di inquinamento in una delle spiagge più belle del capoluogo siciliano. Il tratto di mare compreso tra punta Matese e punta Barcarello è pieno di reflui, come documentato, un rischio notevole dal punto di vista igienico sanitario.