Le vespe ronzano intorno al cibo? Ecco cosa fare

Le vespe, come le api, sono degli insetti che da sempre riescono a terrorizzare chiunque si trovi nei paraggi. Sono gli insetti più odiati e temuti dell’estate, soprattutto quando decidiamo di andare a fare una scampagnata. L’incontro con una vespa può diventare molto ravvicinato perché ci troviamo in posti interessanti anche per loro o maneggiamo elementi che le attraggono. Come possiamo fare per evitare tutto ciò?

Cosa attira le vespe

Tutti gli insetti necessitano di cibo e di acqua. Nella stagione calda, una fontana, un laghetto, un ruscello diventano una riserva d’acqua anche per le nostre vespe per soddisfare le loro funzioni vitali. Le vespe sono anche carnivore, quindi attratte da tutte quelle sostanze di origine animale che per loro possono rappresentare una fonte di cibo. Ad esempio, la carne da grigliare o salumi in panini imbottiti o su un vassoio, possono attrarre qualche individuo che potrebbe essere propenso anche a pungere pur di portar via un pezzetto di alimento. Altra possibilità di attrarre le vespe è rappresentata dalla presenza di sostanze zuccherine, come bibite e dolci, che diventano alimento per qualche individuo affamato. In questi casi può capitare di rimediare qualche puntura, specie se non si presta la dovuta attenzione: lasciare fonti di cibo a disposizione e muoversi intorno ad esse può facilitare l’intercettazione della direzione di volo della vespa che ‘impattando’ con l’essere umano potrebbe reagire pungendo. Anche i “gesti di fastidio” che istintivamente facciamo per scacciare gli intrusi possono generare reazioni poco piacevoli.

Le vespe ronzano intorno al cibo? Ecco cosa fare

Cosa fare se ronzano intorno al cibo?

Una dei problemi principali è quando si decide a consumare un pasto all’aperto o a prendere il sole. In questo caso, può capitare di sedersi su un terrazzo senza accorgersi che dietro a una persiana o sotto un davanzale, su una ringhiera o in un anfratto del muro, vi è il classico favo di vespe pronte a reagire con una lancinante puntura verso l’incauto che – secondo il loro “insindacabile giudizio”- si è avvicinato troppo al loro nido. Una delle prime cose che devi assolutamente fare è non gesticolare per allontanarla. Piuttosto, lascia che raccolga quello da cui è stata attratta e aspetta a debita distanza che si allontani,  per poi adoperarsi per riporre la fonte di attrazione al riparo da “nuove incursioni”.

I rimedi naturali

Per risolvere il problema, si possono utilizzare delle trappole per vespe oppure degli spray, non proprio economici. In alternativa, possiamo ricorrere alla classica scopa per eliminare il nido. Tuttavia, per prevenire la formazione di un vespaio, possiamo utilizzare dei rimedi naturali, alla portata di tutti. Un esempio classico è il caffè. Anche se, per molti di noi, il profumo è piacevole, non lo è affatto per le vespe. Anzi, le fa scappare. Quindi, ci basta mettere del caffè macinato in un vecchio portacandele e bruciarne un po’ con del fuoco in modo tale da sprigionarne l’aroma nell’aria.