Ecco le città bianche più belle d’Italia da visitare assolutamente

Avete presente quei villaggi bianchi dell’Andalusia e del sud della Spagna? Ebbene, anche in Italia vi sono dei luoghi magnifici che si accomunano molto con questi posti. Calce, pietra calcarea, travertino ascolano e molti altri: questi i materiali che con il loro bianco conferiscono alle città un’aria elegante e suggestiva. Vediamo quali città bianche sono presenti in Italia.

Ostuni, Puglia

Cittadina pugliese che sorge su tre colline appartenenti alla provincia di Brindisi.  Ostuni può essere considerata la città bianca per eccellenza. In antichità il colore bianco era considerato un antisettico naturale, pertanto la città venne interamente ricoperta di calce bianca e fu grazie a questo stratagemma che riuscì a scampare alla peste del XVII secolo. Non vi resta che immergervi nel suo candore e lasciarvi trasportare tra i suoi vicoletti.

Ecco le città bianche più belle d'Italia da visitare assolutamente

Martina Franca, Puglia

Unico nel suo genere, questo borgo in Puglia, in provincia di Taranto saprà stupirvi enormemente. È caratterizzato dall’integrazione perfetta del bianco degli edifici con lo stile barocco e rococò di palazzi e chiese. Non vi resta che lasciarvi trasportare da questa combo perfetta.

Siracusa, Sicilia

Dalla Puglia ci spostiamo adesso a Siracusa, in Sicilia e in particolar modo nell’isola di Ortigia. Qui predominano le costruzioni in pietra bianca giuggiulena che sapranno incantarvi con il loro splendore. Ma ancora più bello e caratteristico è il contrasto che si viene a creare tra il bianco degli edifici e l’azzurro del mare di questo piccolo isolotto.

Matera, Basilicata

Patrimonio dell’UNESCO e soprannominata la “Città dei Sassi”, è interamente scavata nella roccia calcarea bianca. Si trova in Basilicata e nel 2019 è stata eletta Città della Cultura. Passeggiate per le sue stradine per cogliere tutte le sfumature di bianco che questo luogo ha da offrirvi.

Locorotondo, Bari

Il borgo deve il suo nome alla forma circolare del centro storico. Tutto qui è di un biancore abbagliante: oltre alle case sono bianchi anche le scalette, gli archi e persino il selciato, lustro e scintillante. Tutto questo fa magnifico contrasto con i colori vivaci dei fiori e delle piante generosamente presenti sui balconi, nelle piazzette e sulle scale di accesso alle abitazioni, in piccoli spazi trasformati in incantevoli salotti a cielo aperto.

Alberobello, Puglia

È celebre in tutto il mondo per i caratteristici trulli, le antiche dimore agresti dal tetto a cono. La loro conformazione particolare risale al XV secolo: per evitare di pagare una tassa sugli immobili, le case dei contadini erano costruite a secco, senza utilizzare malta, in modo che potessero essere giudicate precarie. Il tetto è costruito con cerchi di pietre sovrapposti.