Ecco le 3 razze di gatto più belle e rare: la classifica ufficiale

I gatti non smettono mai di sorprenderci per la loro bellezza e la loro particolarità. La loro bellezza riesce anche ad essere una vera e propria rarità. Infatti, vi sono esemplari di felini che sono davvero rari al mondo, e si contraddistinguono per diverse caratteristiche che li rendono singolari. Ecco a voi quali sono tre delle razze più belle e rare di felini.

Il Gatto Ashera

Questo tipo di gatto è una vera e propria rarità. Il Gatto Ashera è il nome di una razza felina ibrida, frutto di un accurato lavoro di laboratorio. Esso, infatti, è stato prodotto dalla californiana Lifestyle Pets come animale domestico ipoallergenico incrociando un gatto domestico e alcuni felini selvatici, tra i quali il Gatto del Bengala. L’aggettivo raro è anche per giustificare il il suo costo esorbitante. Il prezzo di un Ashera, infatti, si aggira intorno ai 17.000 euro. Costoso, esclusivo e soprattutto lussuoso. Fatto sta che l’Ashera è davvero uno degli animali più particolari che si possa immaginare. Dietro il suo aspetto per certi versi inquietante si nasconde un cucciolone domestico docile e tendenzialmente sedentario. Ama rimanere in casa a poltrire e per questa ragione deve essere spinto all’attività fisica e al gioco. Il rischio,infatti, è che diventi fin troppo pigro e indolente.

Ecco le 3 razze di gatto più belle e rare: la classifica ufficiale

Il Gatto Cymric

Lo Cymric è un gatto rarissimo. Non ci sarebbero di questi esemplari in Francia o in Italia. E’ originario dell’isola britannica Man. La sua particolarità consiste nel fatto che non ha coda. Una degenerazione che sarebbe stata provocata da una riproduzione tra consanguinei. Il Cymric è una razza di gatto poco diffusa, anzi piuttosto rara, perciò il suo costo è maggiore rispetto a quello di altre razze feline e per un esemplare proveniente da un allevamento riconosciuto si aggira in media tra i 1000 e i 1500 euro. E’ un gatto sempre allegro e giocherellone con tutti, adora stare in compagnia ed è sempre pronto a elargire coccole e fusa a destra e a manca. Inoltre sa gestire molto bene il rapporto con degli estranei.

Gatto Snowshoe

Una razza originaria degli Stati Uniti, lo Snowshoe discende dal Siamese, l’American Shorthair bicolore e il Sacro della Birmania. Il Gatto Snowshoe  ha delle macchie bianche, di solito posizionate sulle zampe o sulla parte bassa degli arti. Non è quindi un caso che questo gatto si chiami “Snowshoe”, indossa scarpe bianche tutti i giorni. E’ un animale molto affettuoso e che cerca il contatto con le persone, vuole stare nella stanza con noi e ci “coccola”, ci accoglie e ci tiene compagnia ben volentieri, senza troppo disturbare. E’ vivace e giocherelloni, non perde il gusto di giocare anche quando invecchia, e se ci sono altri animali in casa, fa amicizia, anche se si tratta di cani e non di altri felini come lui. Inoltre, in Italia non è una razza molto diffusa.