Ecco il trucco per capire se il coniglio è maschio o femmina

Saper riconoscere il sesso del proprio animale quando decidiamo di adottarne uno in casa, è fondamentale. Così come accade per tutti gli altri mammiferi, anche nel coniglio si può facilmente determinare il sesso semplicemente osservando i genitali. Ma non è così semplice in realtà.  Vediamo come scoprirlo!

Come riconoscere il sesso dei conigli

Innanzitutto, è importante sottolineare che nei conigli appena nati, conoscere il sesso è quasi impossibile, soprattutto se non si ha esperienza. Tuttavia, se avete una coppia di conigli o una cucciolata è molto importante sapere se sono maschi o femmine, tanto nel caso in cui si voglia permettere ad altre persone di adottarli, quanto per evitare una gravidanza non desiderata. I conigli, infatti, si riproducono rapidamente è già in età giovane. A partire dall’ottava settimana sarà il momento giusto per esaminare questi animali, che iniziano a presentare i primi segni indicatori del loro sesso. I conigli sono animali a tratti nervosi, che si stressano facilmente, pertanto, dovrai manipolarli con molta calma. Più avanti, a tre mesi d’età saranno molto più evidenti i segni che distinguono il maschio dalla femmina.

Come capire se il coniglio è un maschio

Per sapere se un coniglio è maschio o femmina, l’ideale è collocare il coniglio con la pancia all’insù per esaminarlo con maggiore comodità. Puoi sederti e poggiarlo sulle tue ginocchia o metterlo su di un tavolo, nella stessa posizione. Inizia a investigare con le mani, passa dalla pancia e man mano che scorri, vicino alla coda vedrai due orifizi. Nei maschi, questi orifizi si trovano considerevolmente separati tra loro. Molto vicino alla coda identificherai l’ano, e se si tratta di un maschio l’orifizio che segue, ossia dopo l’ano, avrà una forma circolare e sarà abbastanza separato dall’altro. Questo potrebbe bastare per assicurarti, alle otto settimane, che si tratta di un maschio. Se hai un po’ di esperienza con i conigli, puoi sollevare con molta attenzione la coda e premere con molta delicatezza sul secondo orifizio. Se si tratta di un maschio, questa pressione renderà visibile il pene, un piccolo cilindro. Una volta compiuti i tre o quattro mesi, sarà più facile distinguere il maschio dalla femmina, pertanto, potrai confermare o smentire le tue congetture. A questa età sono visibili i testicolidel coniglio nella stragrande maggioranza dei casi, anche se in alcuni casi potrebbe vedersi solo il pene.

Ecco il trucco per capire se il coniglio è maschio o femmina

Come capire se il coniglio è femmina

Il processo che permette di differenziare un coniglio femmina da uno maschio è lo stesso. Dovrai collocare il coniglio a pancia all’insù, in modo che l’animale stia comodo, evitando di stressarlo con movimenti bruschi o insistenti. Alla fine del ventre ci sarà la zona genitale. L’ano, come già sai, si ubica vicino alla coda, e se si tratta di una femmina l’orifizio che segue, corrispondente alla vulva, sarà molto vicino a questo. Una differenza significativa è che, in comparazione con i maschi, questo secondo orifizio ha una forma più ovale che circolare. Applicando la stessa tecnica di prima, facendo un po’ di pressione sulla coda e sul secondo orifizio, renderai più visibile l’apparato riproduttivo femminile, caratterizzato da un’accentuazione della forma ovale e una separazione in mezzo.