Problemi di concentrazione: 5 passi per migliorare la concentrazione

Tantissime persone hanno problemi di concentrazione, soprattutto chi lavora in smart working. Ecco 5 passi per migliorare la tua concentrazione.

A molti capita di essere distratti dal telefono e dalle varie notifiche mentre si sta iniziando a lavorare, poi si fa un caffè e si aspetta un collega che arriva. Poi c’è la riunione e si fanno le 12 senza saperlo.

Quando si è a casa da soli poi, ancora peggio. Ci facciamo prendere da tutte le distrazioni possibili e dalle cattive abitudini che ci fanno perdere la concentrazione. Allora come fare? Se anche tu sei disperato e non sai come ottimizzare le tue giornate di lavoro, ecco come fare.

Problemi di concentrazione: 5 passi per migliorare

Anche la concentrazione si può allenare, ecco cosa devi fare per mantenerla attiva!

  1. Tecnica del cuore

Prima di affrontare un’attività per cui devi concentrarti molto, rilassati e cerca di rilassare i muscoli. Dopo circa 1 minuto, concentra la tua attenzione sul battito cardiaco. Cerca di ascoltare con attenzione il pulsare ritmato del tuo cuore. Immagina questo muscolo mentre pompa il sangue in tutto il tuo corpo, visualizza questo fluido vitale che dal cuore arriva fino agli arti e dovresti man mano sentire una sensazione di calore. Prosegui la visualizzazione per alcuni minuti, poi, lentamente, riapri gli occhi, inizia a muovere i tuoi muscoli con calma.

2.La meditazione

Decine di studi hanno dimostrato come la meditazione mindfulness (anche se praticata per soli 10 minuti al giorno) possa aumentare i livelli di concentrazione.

Naturalmente la meditazione offre benefici che vanno ben oltre il semplice miglioramento della nostra attenzione, ma senza dubbio questo è uno dei  benefici più tangibili nell’immediato.

3. Esercizio dei piedi

Per difenderci dalle continue distrazioni che la vita ci offre, Olivia Fox Cabane, autrice del libro “The Charisma MythProblemi di concentrazione: 5 passi per migliorare la concentrazione, suggerisce di concentrare la nostra attenzione sulle dita dei nostri piedi. Così quando abbiamo una conversazione o seguiamo una lezione, questo semplice stratagemma ci riporta immediatamente al momento presente e ci aiuta a migliorare la nostra concentrazione.

4. La lettura concentrata

La lettura efficace o concentrata è un ottimo metodo per mantenere alta la soglia di attenzione. Ecco cosa fare:

Terminato di leggere il primo paragrafo (o comunque una sezione molto breve), riassumi quanto letto in un’unica frase di massimo 20 parole. Riuscire a sintetizzare un paragrafo di 500-600 parole in un’unica frase richiede infatti una notevole concentrazione.

Oppure puoi optare per la variante: leggi la prima frase del capitolo che stai studiando, con l’intento di riscriverla tale e quale appena finita la lettura. Questo semplice trucco aiuta la tua mente a raggiungere uno stato di concentrazione ottimale, di cui godrai per l’intera durata della tua lettura.

5. La tecnica del mandarino

Per applicare questa tecnica di concentrazione dovrai seguire alcuni semplici passi:

  1. Immagina di stringere in mano un mandarino e concentrati sui dettagli
  2. Passa il mandarino da una mano all’altra
  3. Afferra il mandarino con la tua mano destra (la sinistra per i mancini!) e portalo a toccare la parte posteriore della tua testa. Lascia il mandarino in questa posizione: è un mandarino magico, non preoccuparti non cadrà.
  4. Chiudi gli occhi e lascia che il mandarino galleggi in equilibrio e concentrati sul tuo stato fisico e mentale
  5. Sempre con gli occhi chiusi immagina che il tuo campo visivo si espanda e riesca ad abbracciare tutto ciò che ti circonda.