Ecco perché le api sono importanti per il pianeta: lo studio

Le api sono degli insetti che, per quanto possa sembrare il contrario, sono fondamentali per il nostro ecosistema e per il nostro pianeta. Per quanto tendiamo a scappare da loro appena sentiamo il ronzio tipico, è sempre giusto ricordare quanto siano importanti e perché non bisogna ucciderle.

L’importanza per l’ambiente

Le api sono tra gli animali invertebrati più importanti dell’intero ecosistema: difatti, le stesse permettono l’impollinazione del fiori, garantendone la loro esistenza in natura ed evitando la loro estinzione. Se questi animali non fossero presenti nel mondo, molte piante e fiori sarebbero a rischio e potrebbero essere salvati soltanto per l’impollinazione artificiale. Al mondo esistono due grandi tipologie di api che sono quelle selvatiche e quelle domestiche, cioè allevate dagli apicoltori. Entrambe le specie sono in grado di poter impollinare i fiori, pertanto,  si può affermare che al mondo esistono circa 20.000 specie di api che possono impollinare fino al 90% delle piante e dei fiori presenti in natura.

Ecco perché le api sono importanti per il pianeta: lo studio

Si tratta di un’operazione fondamentale da dover compiere per due ragioni. La prima consiste nel fatto che, soprattutto nel mondo occidentale, il numero di api presenti è in declino. La seconda ragione, invece, risiede nel fatto che i principi dell’agricoltura sono cambiati. Oggi vengono utilizzati prodotti chimici che contrastano il delle api nell’impollinazione di piante e fiori. Vista l’importanza delle api nell’intero ecosistema e le difficoltà che tali animali stanno avendo a sopravvivere, bisogna trovare delle soluzioni adatte a preservare tale categorie di insetti.

L’importanza della loro presenza

Le api sono molto importanti per l’uomo. Ci sono delle ragioni scientifiche che dimostrano come la presenza di questo insetto nell’ecosistema favorisca la vita dell’essere umano. Intanto permettono all’uomo di poter respirare, grazie all’impollinazione delle piante, di fatto è da loro che deriva la crescita delle piante e la stessa fotosintesi clorofilliana da cui viene prodotto l’ossigeno che ci permette di respirare. Altra ragione riguarda la produzione del cibo. Grazie all’impollinazione la piante implementano la quantità di frutta e verdura a disposizione per l’essere umano. Altra ragione che giustifica quanto le api siano importanti è quella riguardante la possibilità di curare delle malattie quando stiamo male. In molti non sanno che per la produzione di alcuni farmaci, come gli antinfiammatori, servono proprio alcuni estratti delle piante. Un esempio concreto è quello riguardante l’aspirina, la cui composizione contiene anche la corteccia del salice. Infine, ultima ragione per cui le api sono importanti per la sopravvivenza dell’uomo risiede nel fatto che le stesse sono delle sentinelle nell’ambiente. Le api rilevano la presenza di gas inquinanti, smog, sostanze tossiche e rifiuti dell’ambiente. Le api, quindi, vivono solo se si è in presenza di aria pulita che, ovviamente, fa bene anche all’uomo.