Ecco spiegato perché il gatto morde mentre fai le fusa: c’entra il suo cervello

A chi non è mai capitato di ricevere un piccolo morso da parte del tuo gatto proprio nel momento in cui lo stavi accarezzando mentre fa le fusa? Ebbene questo comportamento non è così raro come possa sembrare, anzi è un problema che accomuna la maggior parte delle persone. Ma perché reagisce così? Bisogna per prima cosa capire quale sia l’origine del problema. Vediamo insieme.

Imparare a capire il linguaggio del corpo

Imparare ad interpretare il linguaggio del vostro gatto, renderà la convivenza più piacevole la sua compagnia. I gatti comunicano soprattutto con il corpo, sia con gli altri animali che con noi umani. Per comprendere il linguaggio corporeo dei gatti è fondamentale imparare ad osservarli con una discreta attenzione. La postura e le movenze sono un’importante chiave di lettura degli stati d’animo e delle intenzioni dei felini. Non basta il morso per capire le intenzioni del micio. Per comprendere il suo comportamento dovremo osservare anche il suo atteggiamento, la posizione dei baffi e delle orecchie o il movimento e la postura della coda. Ma quali sono i motivi per cui ci morde?

Basta carezze!

Se il gatto, nel pieno di una sessione di fusa e coccole, decide che ne ha avuto abbastanza troverà il modo di farvelo capire. E quale modo migliore di un piccolo morso per farlo? Se il gatto smette improvvisamente di fare le fusa e vi morde, potrebbe essere perché ha deciso di voler smettere con le coccole e che vuole essere lasciato in pace. Similmente, può accadere che vi morda improvvisamente, ponendo fine alle carezze, se vi siete avvicinati a zone del corpo dove il micio non gradisce di essere toccato.

Ecco spiegato perché il gatto morde mentre fai le fusa: c'entra il suo cervello

Sindrome del morso e della carezza

È possibile che il vostro gatto faccia le fusa, ma poi morda al primo tentativo di coccola perché è vittima della “sindrome del morso e della carezza”. Non è una patologia, state tranquilli, ma è correlata ad un problema caratteriale. Potrebbe essere che il vostro micio confonda quello che per voi è un gesto d’affetto, come una carezza, con una forma di aggressione.  In questi casi, è importante avvicinare con cautela e pazienza il felino abituandolo poco a poco alla vostra presenza e guadagnando così la sua fiducia. Se il gatto continua a dimostrarsi diffidente e aggressivo nei vostri confronti sarà necessario chiedere un consiglio al vostro veterinario.

Esprime le sue emozioni

I gatti sono indipendenti, come ben sappiamo, ma non significa che amino la solitudine. Se vi allontanate da casa per lunghe ore è possibile che al vostro rientro il gatto vi accolga in modo esuberante, con fusa rumorose e mordicchiamenti vari. In questi casi il vostro gatto non è aggressivo, ma ha indubbiamente un bel po’ di energia da scaricare ed è felice di dimostrarvi quanto apprezzi il vostro ritorno a casa.